SHARE

Newcastle United Open Training Session

Newcastle- Liverpool finisce con la vittoria dei Magpies grazie alla rete nella ripresa di Perez. Il Liverpool dimostra tutte le sue fragilità, tanto tattiche che mentali. Rodgers, se le cose dovessero continuare così, potrebbe addirittura rischiare la panchina.

E’ un Liverpool ancora alla ricerca della propria identità quello che va in scena al Saint James’ Park di Newcastle. Rodgers prova a cambiare impostazione tattica ai suoi, in fase di non possesso disegnati con il solito 4-2-3-1 e, una volta conquistato il pallone, ri- sistemati con uno strano 3-5-2, frutto dell’avanzata del terzino sinistro Moreno sulla linea di centrocampo e della contemporanea sistemazione di Glen Johnson come terzo centrale difensivo.
Al di là della tattica, però, i Reds nel primo tempo sono davvero poca cosa, tanto nella forma che nella sostanza. Il Newcastle di Pardew, di contro, è capace di aspettare e dimostra di sapersi rendere pericoloso in fase di contropiede, provando a sfruttare i numerosi break che gli avversari concedono. La partita che ne esce è bloccata, senza spunti degni di nota e con qualche pericolo creato solo dai calci da fermo. Al 37′ sono i Magpies che hanno l’occasione buona per andare in vantaggio; sugli sviluppi di un corner dalla destra Mignolet, disturbato, esce male permettendo così a Cissè di colpire indirizzando il pallone verso la porta sguarnita. Johnson, appostato sulla linea, è però lesto a sostituirsi al suo portiere e, con un tocco di testa, impedisce ai padroni di casa trovare il vantaggio. Tre minuti dopo, al 40′, occasione simile in area avversaria; sempre da corner, sempre da destra, questa volta è Skrtel a trovare l’impatto con il pallone. La sua testata sibila però a fianco del montante della porta di Krul e si perde sul fondo, senza creare particolari grattacapi al portiere olandese.
Dopo una buona percussione di Sissoko fermato al limite dell’area da Skrtel in maniera non proprio ortodossa, per lo slovacco anche l’ammonizione, e la seguente punizione di Cissè calciata alta da buona posizione, l’arbitro  decreta la fine del primo tempo. Ammonito, c’è da registrarlo, Taylor in occasione della punizione per comportamento poco sportivo; il difensore dei Magpies si posiziona a pochi centimetri dal portiere belga mentre questi è intento a posizionare la barriera e, giustamente, si vede sventolare in faccia il cartellino giallo.

Nella ripresa il Liverpool sembra entrare in campo in maniera più convinta. Nei primi venti minuti i Reds, nonostante il gioco continui a latitare, schiacciano nella propria trequarti i padroni di casa, incapaci di ripartire e bravi solo a fare denistà dietro la linea del pallone. Al 57′ Gerrard pennella dall’out di destra un pallone che trova la testa del piccolo Coutinho in mezzo all’area di rigore; il colpo di testa del brasiliano è bene indirizzato ma, per sua sfortuna, trova i gunatoni di Krul a negare il vantaggio dei Reds. L’entrata in campo di Borini sembra poter dare ancora più pericolosità alla manovra del Liverpool che, invece, nel momento di maggior spinta subisce la rete dell’1-0 Newcastle. Al 75′ Sissoko lavora un buon pallone sulla fascia di sinistra,  la sfera carambola in area di rigore del Liverpool e Moreno, bravo a fare la diagonale, la tocca male, lasciandola a disposizione di Perez che irrompe in area e con un tocco ravvicinato punisce Mignolet.
Subita la rete i Reds si disuniscono e, al 77′, subiscono un contropiede da un corner a favore; Perez riesce a servire Cabella sul filo del fuorigioco, permettendo al francese di presentarsi solo davanti a Mignolet. Sul tocco della punta dei Magpies il portiere belga è però bravissimo a coprire col piede, spedendo la sfera in corner ed impedendo al Newcastle di chiudere la partita.Rodgers nel finale prova ad inserire anche Ricky Lambert per provare a portare a casa almeno un punto ma il Liverpool non riesce a costruire nessuna vera e propria azione d’attacco; dopo tre minuti di recupero l’arbitro Mariner fischia tre volte e sulla sfida di Newcastle cala il sipario.

FORMAZIONI E TABELLINI

NEWCASTLE 4-2-3-1 Krul; Janmaat, S.Taylor, Coloccini, Dummett; Abeid, Colback; Obertan (27′ Aarons), Sissoko, Ameobi (66′ Cabella); Cisse (46′ Perez). All. Pardew
LIVERPOOL 4-2-3-1 Mignolet; Johnson, Lovren, Skrtel, Moreno; Gerrard, Allen (66′ Borini); Henderson, Coutinho, Sterling; Balotelli. All. Rodgers

Reti: 75′ Perez

Ammoniti: Skrtel, Taylor, Sissoko, Janmaat, Henderson, Colback, Lovren

SHARE