SHARE
dybala
Paulo Dybala, attaccante argentino classe ’92: è lui il miglior uomo in campo nella serata di San Siro

Black out a San Siro: il Milan perde 2-0 in casa contro il Palermo subendo l’autogol di un disastroso Zapata, uccellato dopo appena altri due minuti dallo scatenato Dybala. A niente serve ad Inzaghi inserire tutti gli attaccanti della rosa: i rossoneri, anche con tutti i giocatori offensivi in campo, faticano tremendamente ad insidiare Stefano Sorrentino.

Se il buongiorno si vede dal mattino a Filippo Inzaghi saranno fischiate le orecchie quando è stato costretto ad inserire Zapata al posto di Alex dopo appena tre minuti di gioco, con un Diego Lopez messo subito alla prova dall’errore in partenza di Ignazio Abate, capitano di giornata. Dopo l’inizio col brivido una decina di minuti in cui il Milan è tornato nella sua dimensione, sfiorando anche il gol con il colpo di testa di un positivo Fernando Torres, poi il buio: sul calcio d’angolo dalla destra di Dybala è proprio Zapata ad insaccare nella sua rete, dando il via ad un tracollo certificato dopo appena due minuti con il raddoppio della punta argentina, al suo sesto centro in Serie A.

Senza un miracoloso Diego Lopez la prima frazione avrebbe potuto concludersi con un passivo molto più ampio: dopo il salvataggio in apertura su Vazquez altri due interventi decisivi su Dybala e Barreto per il portiere spagnolo, appena rientrato dall’infortunio patito contro il Parma.

Nella seconda frazione Inzaghi fa un clamoroso all in: dentro El Shaarawy al posto di Poli per un 4-2-3-1 con Saponara e De Jong davanti alla difesa. L’attacco del Milan rimane disordinato: il Palermo di Iachini si difende alla grande guidato da un Gonzalez sempre più calato nel ruolo di leader difensivo e neanche l’ingresso di Pazzini serve a creare situazioni di pericolosità con un Menez, fino ad ora vera panacea rossonera, fumoso come non mai. La migliore occasione rimane un colpo di testa di Torres su passaggio di Saponara, gli unici a salvarsi assieme a Rami e Lopez: poco, troppo poco se ti chiami Milan.

IL MIGLIORE Paulo Dybala 7.5 E’ l’argentino l’hombre del partido nella serata di San Siro. Grande freddezza sottoporta, batte anche l’angolo da cui nasce l’autogol di Zapata: solamente un gran Diego Lopez gli nega la doppietta personale.

Marcatori 24′ aut. Zapata (PAL), 26′ Dybala (PAL)

Milan (4-3-3) Diego Lopez 7; De Sciglio 5.5, Rami 6, Alex SV (3′ Zapata 4), Abate 5; Saponara 6, De Jong 5, Poli 5 (46′ El Shaarawy 5); Menez 5, Torres 6, Honda 5.5 (67′ Pazzini 6). All. Inzaghi 5.

Palermo (3-5-1-1) Sorrentino 6; Andelkovic 6, Gonzalez 7, Munoz 6.5; Lazaar 7, Barreto 6.5, Maresca 6.5 (67′ Ngoyi 6), Bolzoni 6, Morganella 6.5; Vazquez 6.5 (85′ Belotti SV); Dybala 7.5 (88′ Qaison SV). All. Iachini 7.

Ammoniti 16′ Gonzalez, 19′ Morganella, 45′ Andelkovic, 88′ Dybala (PAL), 17′ De Jong, 51′ El Shaarawy, 88′ Rami (MIL)

L’autorete di Cristian Zapata (24′ primo tempo)

Il raddoppio di Paulo Dybala (26′ primo tempo)

di Andrea Martelli

SHARE