SHARE

allegri

Dopo aver ritrovato la vittoria in campionato a Empoli, è già vigilia di Champions League in casa Juventus. I bianconeri, dopo la sconfitta al Karaiskákis, punta alla rivincita contro l’Olympiakos tra le mura amiche dello Juventus Stadium. Non vincere contro i greci domani sera mettere Buffon e compagni in una situazione ancor più critica di quella attuale. La conferenza stampa della vigilia del tecnico Massimiliano Allegri insieme al centrocampista bianconero Claudio Marchisio.

LE PAROLE DI MARCHISIO

SFIDA FONDAMENTALE – “Il nostro passaggio in Champions negli ultimi anni è stato visto in modo negativo. Ma non è così. L’anno scorso siamo usciti dal girone ma siamo arrivati in semifinale di Europa League. Resta il fatto che domani è una sfida fondamentale”.

FORZA STADIUM – “Tutto dipende dalla sfida di domani. Giochiamo contro un avversario non facile. L’Olympiakos ha battuto noi e l’Atletico, ma noi domani giochiamo allo Stadium, il nostro pubblico ci darà una grande mano. Abbiamo la seconda miglior difesa d’Europa, grazie ai nostri difensori che giocano sempre ma ci danno una mano enorme. A differenza della stampa italiana, quella spagnola ci ha fatto i complimenti per come abbiamo fatto i 90′ di Madrid. Ci sono alcune partite che se non riesci a vincerle, devi saper portare a casa il pareggio”.

SVOLTA EMPOLI? – “Durante l’anno ci sono periodi in cui si gioca meglio o peggio. In questa fase abbiamo regalato abbastanza punti. Dobbiamo continuare come stiamo facendo. Siamo sempre stati uniti al di là delle assenze. Recuperando tutti possiamo riprendere la nostra strada”.

LE PAROLE DI ALLEGRI

VITTORIA OBBLIGATA – “Si dice che la Juve ha il complesso dell’Europa, ma questa squadra ha giocato parecchi finali. Domani troviamo una squadra che gioca un buon calcio, bisogna affrontarla con concentrazione e giocare bene. Sono 90′ in cui ci giochiamo il passaggio del turno. Domani è obbligatorio vincere”.

INFORTUNI – “Dietro non c’è nulla da inventare. Vediamo come stanno Asamoah e Ogbonna. In base al loro recupero sceglierò la formazione. Se mancassero entrambi, Padoin può giocare da esterno sinistro, è affidabile sul piano tecnico e tattico per cui non sono preoccupato”.

NERVI SALDI – “Mi aspetto più o meno la stessa gara di Atene. Noi dobbiamo fare una partita migliore sul piano tecnico, ci serve anche un’intensità maggiore. Ma non dobbiamo farci prendere dall’ansia, bisogna avere i nervi saldi e sfruttare tutto il tempo a nostra disposizione per ottenere il risultato che ci interessa”.

SHARE