SHARE

Lanini

Sfida valevole per il recupero dell’8a gioranta di Serie B, Entella-Ternana è un match sentito in chiave salvezza: entrambe le squadre hanno bisogno di punti per non cadere nel burrone nella zona playout e una vittoria per una delle due compagini significherebbe poter respirare a pieni polmoni per almeno una settimana. Ancora emergenza per i padroni di casa che, però, riescono a recuperare per la panchina Moreo e Camigliano. Tesser non può di certo sorridere in tal senso e si affida a Bojinov e Ceravolo per scardinare la difesa avversaria.

Sotto una pioggia di modesta entità le due squadre si sfidano in equilibrio, creando in verità non tantissimo nei primi minuti (da segnalare un destro facile facile per Pelizzoli da parte di Ceravolo e una punizione di Viola respinta dal portiere ex Roma a mò di pugni). Gli umbri sembrano esprimere un calcio migliore, senza però trovare un finalizzatore (Bojinov in particolare sembra abbastanza in ombra). Come nella più classica delle beffe, però, la Ternana gioca meglio e prende gol: Brignoli mette in scena una paperaccia non riuscendo ad allontanare un cross dell’omonimo Lewandowski e Lanini non si fa pregare per l’1-0 Entella. Proprio Lanini poco dopo avrebbe l’occasione per il raddoppio ma stavolta Brignoli è attento e dice no. Il gol galvanizza però i padroni di casa: ancora Lanini si rende pericolosissimo con un tiro che sorvola di poco la traversa. Buona occasione per la Ternana al 37′: Fazio mette in mezzo e come un treno arriva Ceravolo, palla però alta. Nonostante una piccola crescita degli ospiti nel finale di frazione, il primo tempo di Entella-Ternana termina con il vantaggio dei liguri, bravi a concretizzare l’unica occasione avuta fino a quel momento prendendo poi in mano il pallino del gioco.

I secondi 45′ di gioco si aprono subito con il botto, ovvero con il pareggio della Ternana ad opera dell’uomo più atteso: Valeri Bojinov, bravissimo a spizzare di testa una conclusione di Meccariello battendo Pelizzoli per l’1-1. Ospiti che ritrovano coraggio per pressare e attaccare ma che, come nella prima frazione, in effetti non riescono più a concretizzare la mole di gioco prodotta. E, come nel primo tempo, nel momento migliore della Ternana arriva il gol del vantaggio dell’Entella: a battere Brignoli stavolta è il centrale difensivo Iacoponi, che al 68′ batte il portiere dopo che lo stesso estremo difensore aveva evitato il gol su corner respingendo una conclusione di Di Tacchio. 2-1 e nuovo vantaggio per i padroni di casa, a cui ora tocca difendersi. Gavazzi prova la soluzione angolata senza riuscirci, poi ci prova da fuori Viola ma la palla non inquadra la porta. La Ternana continua a dominare ma dimostra di peccare terribilmente in fase finalizzativa, e subentra anche il Fato al 93′: servito da Gavazzi, il neo entrato Diop colpisce alla grande ma centra in pieno la traversa. Di contro l’Entella si difende fino alla fine del recupero e porta a casa tre punti importantissimi. Entella-Ternana termina dunque 2-1: la squadra di Prina vola a +4 sulla zona playout, in cui si trova proprio la Ternana. Tesser può recriminare per il mancato cinismo dei suoi e, perché no, un po’ di sfortuna.

 

 

 

TABELLINO

FORMAZIONI
ENTELLA (4-4-2): Pelizzoli; Belli, Russo, Iacoponi, Lewandowski; Battocchio, Botta, Di Tacchio, Mazzarani (72′ Volpe); Lanini (62′ Malele), Sansovini (55′ Litteri). All. Prina

TERNANA (4-3-1-2): Brignoli; Fazio, Meccariello, Bastrini, Vitale; Viola (86′ Taurino), Gavazzi, Crecco (70′ Diop); Falletti (63′ Valient); Bojinov, Ceravolo. All. Tesser

AMMONITI: Volpe (E) – Meccariello (T)

MARCATORI: 27′ Lanini (E), 49′ Bojinov (T), 68′ Iacoponi (E)

ARBITRO: Gavillucci di Latina

 

Claudio Agave 

SHARE