SHARE

gargano

Walter Gargano, centrocampista del Napoli, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di Europa League contro lo Young Boys. Ecco le sue dichiarazioni:

NAPOLI“Rispetto al vecchio Napoli, Benitez ci chiede di giocare con massimo due tocchi. La squadra prova a far bene, ma a me piace più queste mentalità rispetto a quella passata e non lo dico perchè c’è il mister presente. Vedete il Barcellona, gioca veloce e se perdono palla subito la rincorrono. Il sangue spagnolo corre nel sangue del mister”.

VOGLIO GIOCARE “Anche se devo spaccarmi la faccia o il quinto metatarso vorrei sempre giocare. Ringrazio il mister, la società e i tifosi”.

DAVID LOPEZ“E’ molto maturo, non è facile arrivare a Napoli e fare subito bene. Ha la fiducia del mister e dei compagni”.

STATO D’ANIMO “Ormai sono un uomo, non quello che arrivò nel 2007. Sono cresciuto grazie a Napoli e adesso ho un’altra mentalità ed un’altra esperienza. Il ritorno a Napoli? Era difficile tornare perchè capisco i tifosi, i napoletani sono fatti così, quando arrivi a Napoli devi pensare solo a Napoli. Anche a Benitez è capitato di cambiare squadra, con lui ho parlato tanto del fatto che avessi cambiato squadra. A qualsiasi tifosi avrebbe dato fastidio, ma per i napoletani è come se li avessi traditi. Ho un legame particolare con Napoli, ho formato la mia famiglia qui, ho due figli napoletani e sarò legato a vita”

INSIGNE “Sono contento per lui, capisco che a volte si arrabbi. Con l’esperienza impararà a comportarsi, anche a me è capitato di sbagliare all’inizio perchè volevo sempre giocare. Siamo tutti dalla stessa parte e vogliamo il meglio per la squadra”

 

 

SHARE