SHARE

manchester city

La Champions League è una fucina di passione, gioia e sorprese. L’ultimo turno, il 4° di questa edizione 2014-2015, non è stato certamente banale e, tra i tanti risultati, ha proposto una particolare convergenza di eventi che non si verificavano da molto tempo.

Nello specifico, si può tranquillamente notare come le 4 squadre in rappresentanza della Premier League non siano riuscite a vincere le loro gare di Champions League (l’Arsenal ha pareggiato a sorpresa contro l’Anderlecht facendosi rimontare un 3-0, il Chelsea si è fatto stoppare dal sorprendente Maribor per 1-1 sbagliando un rigore, il Liverpool è andato in contro ad una sconfitta quasi certa contro il Real Madrid al Bernabeu e il City è stato capace di perdere in casa contro il CSKA Mosca). Tale evento è risultato essere assolutamente: difatti, dopo 36 gare di fase ai gironi consecutive, nessuna delle squadre inglesi presente nella competizione riesce a vincere una partita di un determinato turno. Per risalire all’ultima volta in cui si concretizzò una situazione tale bisogna tornare indietro addirittura alla fase a gironi della Champions League 2008-2009: la giornata era sempre la 4a e vide il Chelsea perdere in casa della Roma, il Liverpool pareggiare in casa contro l’Atletico Madrid, lo United strappare un punto al Celtic Park e l’Arsenal pareggiare in casa contro i turchi del Fenerbahçe.

Questo mini passo falso o, se vogliamo, anomalia (visti i risultati che normalmente le inglesi ottengono nella fase a gironi) non intacca minimamente la credibilità di queste squadre. Pone però fine ad una striscia record che poteva risultare un vanto per la Premier League tutta. Chissà se dovranno passare altre 36 gare per assistere nuovamente ad un simile scenario.

 

Claudio Agave

SHARE