SHARE

cittadellapescara10_32715_immagine_obig

In estate, all’arrivo di Baroni, si era ipotizzato l’inizio di un nuovo corso vincente e basato sui giovani. Adesso dopo 12 giornate il Pescara occupa il penultimo posto, in crisi di gioco oltre che di risultati. Le maggiori colpe possono essere date proprio al tecnico ex Virtus Lanciano, che non ha ancora dato una vera impronta tattica alla squadra cambiando di fatto assetto ad ogni partita. Non si è ancora vista, infatti, una formazione titolare con giocatori che vengono fatti ruotare alla ricerca di un equilibrio che continua a latitare.

I vari Pesoli e Fiorillo si sono rivelati inadatti , con il primo ormai avanti con gli anni e il portiere ex Sampdoria in grave difficoltà. Il pacchetto difensivo è sembrato il reparto più sofferente della squadra abruzzese con 21 gol incassati. Inusuale per un tecnico come Baroni che nella scorsa stagione con il Lanciano aveva fatto della difesa il vero punto forza.

La mancanza di un leader tecnico e carismatico si fa sentire. L’addio dell’ex capitano Guana è stato un brutto colpo che ancora non è stato del tutto risolto. La squadra voleva che la fascia venisse affidata a Maniero, con una militanza più lunga nel club ed è probabilmente questa una delle ragioni di una partenza così disastrosa e di un gruppo non del tutto coeso con l’allenatore. Anche la gestione del reparto offensivo non è stata di certo ottimale, con giocatori del calibro di Caprari e Maniero che non riescono ad amalgamarsi. La società, poi, è stata oggetto di una grande contestazione da parte dei tifosi, stanchi di una scarsa progettazione e di una difesa incondizionata del mister.

Gli ultras hanno disertato lo stadio lasciando la curva tristemente vuota in occasione dell’ultimo match perso con lo Spezia. I Sebastiani, infatti, anche dopo l’umiliante sconfitta in casa contro il Carpi (persa 5-0) continuano a difendere Baroni, ritenendolo imprescindibile per il progetto. Progetto che i tifosi non riescono a comprendere e che ormai rappresenta solo un grande punto interrogativo senza risposte valide.

SHARE