SHARE

conte

Dopo le vittorie striminzite contro Malta e Azerbaigan del mese di ottobre, è pronta a tornare in campo, la nazionale italiana guidata da Antonio Conte, nell’imminente sosta del campionato, nel doppio impegno contro Croazia e Albania. La gara contro i croati guidati da Luka Modric, che si disputerà il 16 novembre a San Siro, sarà valida per le qualificazioni al prossimo europeo. Il ct azzurro, ha parlato, oggi tramite il canale Youtube della nazionale, ‘VivoAzzurro’, dei prossimi impegni dell’Italia: “Contro la Croazia sarà importante l’apporto di San Siro. Affrontiamo la rivale più forte del girone. La Croazia sta vivendo sul piano storico un momento molto felice perché i giocatori che compongono oggi quella squadra fanno parte dei top club d’Europa. Sono un gruppo forte, con un’ossatura consolidata. Dovremo fare attenzione e l’apporto del pubblico sarà importante.”

LA SCALA DEL CALCIO – Conte ha così proseguito: “Da parte nostra metteremo grande determinazione, passione ed entusiasmo. Le emozioni che regala San Siro? E’ chiamato ‘la Scala del calcio’ non a caso. E’ uno degli stadi storici del nostro paese. Un tempo si diceva che non ti potevi considerare un calciatore se non avevi mai giocato a San Siro. I giovani dell’Under21 più impiegato dai club? E’ importante che si cerchi di far giocare più italiani possibile nel nostro calcio. La percentuale attuale è molto molto bassa. L’Under21 ha giovani di prospettiva che devono lavorare per arrivare in Nazionale A. Abbiamo gli occhi aperti per loro”.

SHARE