SHARE

pioli conferenza lazio

Alla vigilia di Empoli-Lazio, match dell’11/a giornata di campionato in programma domani alle 15:00 al Castellani, ha parlato il tecnico dei capitolini, Stefano Pioli:

COSA FARE PER ESSERE MIGLIORI – “Le partite durano 95 minuti in media e possiamo ancora migliorare in gioco e gestione, con il Cagliari abbiamo giocato un primo tempo sontuoso specie in intensità ma è impossibile durare a quei ritmi per tutto l’arco del match – ha esordito Pioli – se però cresceremo in attenzione allora potremo sopperire agli inevitabili deficit fisici, quello che è certo è che possiamo imporre maggiormente il nostro gioco. Marchetti? Per domani è indisponibile a causa dell’influenza e di un colpo alla schiena”.

DOLCI PROBLEMI – Pioli commenta l’ottima classifica della Lazio, al momento terza assieme alla Sampdoria: “Siamo contenti di quanto abbiamo fatto, se poi vogliamo fare in modo di restare il più in alto possibile ho detto ai miei giocatori di non fallire la gara più importante, che è sempre la prossima. Sono contento di essere in difficoltà per quanto riguarda gli uomini da mandare in campo tra i vari Klose, Djordjevic, ecc…vuol dire che posso contare su una rosa forte”.

NESSUNO COME NOI – Pioli prosegue: “Empoli? Gioca un calcio frizzante e meriterebbe più punti di quelli che ha attualmente, la sua classifica è bugiarda. Sappiamo di dover prestare attenzione ai toscani e non abbiamo la testa già alla Juventus. Per quanto riguarda la mia Lazio vorrei mantenere le stesse prestazioni anche nel girone di ritorno, è una questione di equilibri da trovare. Per ora nessuno degli avversari che abbiamo affrontato si è dimostrato superiore a noi”.

DE VRIJ E GONZALEZ IMPORTANTI – Pioli conclude: “Non ammetto cali di concentrazione, è una cosa inaccettabile per chi ha come obiettivo quello di migliorarsi, ed è il caso della Lazio. Gonzalez? Ha la mia fiducia, è un giocatore importante. De Vrij? Sapevo che sarebbe emerso presto, è in netta crescita come tutta la difesa e la squadra in generale, quello che dobbiamo perfezionare è la fase di non possesso”.

SHARE