SHARE

aguero

Dopo la clamorosa sconfitta casalinga in Champions con il Cska, continua il pessimo momento stagionale del Manchester City che contro il Queens Park Rangers non va’ oltre il 2-2. Gli uomini di Pellegrini devono ringraziare ancora una volta uno splendido Kun Aguero che con una doppietta riacciuffa per due volte gli Hoops. I Citiziens scivolano a -8 dal Chelsa mentre gli uomini di Redknapp, che avrebbero meritato i 3 punti, restano “intrappolati” al penultimo posto in classifica.

PROVACI ANCORA AUSTIN – Arrembante l’inizio del Qpr, che dalla forza e intensità che mette in campo fin dai primi minuti non sembra affatto la squadra fanalino di coda del torneo. Molto pericoloso il tandem d’attacco formato da Zamora-Austin che si cerca molto e mette in crisi la difesa del Manchester City. Curioso siparietto per quest’ultimo che in meno di 60 secondi si vede annullare due gol (con tanto di balletto di esultanza), entrambi irregolari. Al 15’ è ancora l’attaccante classe 89’ che riesce a calciare da dentro l’area ma Hart è miracoloso mettendo la sfera in corner. I padroni di casa vedono ripagati i loro sforzi al 21’: discesa sulla destra di Isla che pesca a limite dell’area il taglio centrale di Charlie Austin che finalmente di destro riesce a battere Hart e porta meritatamente in vantaggio il Qpr, e a ballare sotto la curva di casa.

BENEDETTO KUN AGUERO– Alla 32’, dopo qualche altro clamoroso sbandamento, i Citiziens si aggrappano all’ancora Sergio Aguero che, servito da un lancio di Mangala, si inventa un aggancio al volo illegale, rientra su Caulker e di sinistro batte Green in uscita. Il primo quarto d’ora della ripresa sembra favorire un ritorno degli Hoops  che, nonostante il forcing dei Citiziens, riescono a coprirsi senza correre grossi rischi. E infatti al 75’ il Qpr passa di nuovamente in vantaggio, Vargas serve largo a destra un tarantolato Austin, il cross al centro per Zamora viene intercettato da un goffo intervento di Demichelis che mette alle spalle del suo stesso portiere. Quando in campo ci sono giocatori come il Kun Aguero le partite non sono mai chiuse, all’83’ l’argentino, servito dal filtrante di Yaya Touré, di sinistro la piazza all’angolino basso per il 2-2 finale che probabilmente tiene Pellegrini saldo sulla panchina.

Il Tabellino

QPR-Manchester City 2-2 (21’ Austin (Q), 32’, 83’ Aguero (M), 75’ aut. Demichelis)

QPR (4-4-2): Green; Isla, Caulker, Dunne, Suk-Young; Vargas, Sandro (dal 46’) Barton, Henry, Fer; Austin, Zamora.

Manchester City (4-2-3-1): Hart, Sagna, Demichelis, Mangala, Clichy; Fernando, Fernandinho (dal 64’) Dzeko (dal 69’) Lampard; Nasri (dal 74’) Milner, Navas, Yaya Toure; Aguero.

SHARE