SHARE

farias

Al Sant’Elia il lunch-match finisce in perfetta parità tra Cagliari e Genoa. I padroni di casa passano in vantaggio con Farias, poi uno sfortunato autogol di Rossettini fissa il risultato sul definitivo 1-1.

FARIAS GOL – La squadra di Zeman inizia bene cercando, fin da subito, di mettere in discesa il match. Al 16′ passano i padroni di casa con il primo gol in campionato di Farias, pupillo del boemo fin dai tempi di Foggia. Il Genoa, reduce da numerosi risultati positivi, non si scoraggia e cerca il gol pareggio con Kucka ma il suo tiro colpisce la traversa.  Nei minuti finali l’ex di turno, Mauricio Pinilla, spreca una grande occasione. Il primo tempo termina con il Cagliari in vantaggio di misura.

PERFETTA PARITA’ – Nella ripresa il match si fa più vivace con gli ospiti sempre alla ricerca del gol del pareggio. Il Cagliari cerca di sfruttare il gioco spumeggiante, fatto di velocità e sovrapposizioni dei terzini. All’53’ arriva il gol del Genoa con l’autorete sfortunata di Rossettini che, per anticipare un attaccante dei Grifoni, devia nella propria porta il cross dall’esterno: Cragno è battuto. I rossoblu continuano a macinare il proprio gioco: direttamente da calcio di punizione Conti colpisce il palo con Perin completamente battuto. Alcuni minuti dopo Sturaro atterra Conti e l’arbitro decreta un calcio di rigore. Sul punto di battuta si presenta Avelar ma Perin si supera alla grande negando la gioia del gol al terzino cagliaritano. Al Sant’Elia finisce in perfetta parità

TABELLINO

CAGLIARI (4-3-3):  Cragno 6, Balzano 6.5, Ceppitelli 6, Rossettini 6,  Avelar 5, Joao Pedro 6, Conti 6.5, Ekdal 6, Farias 6.5, Sau 6,  Cossu 6. All.: Zeman.

GENOA (3-4-3): Perin ,  Roncaglia 6, Burdisso 6,  Antonelli 6, Edenilson 6,  Sturaro 5.5, Marchese 6, Kucka 6,  Bertolacci 6, Perotti 6.5,  Pinilla 6. All.: Gasperini.

Arbitro: Peruzzo di Schio.

Reti: 16′ Farias, 53′ aut. Rossettini

Ammoniti: Joao, Conti, Sau, Avelar, Edenilson, Antonelli, Burdisso

Espulsioni: Sturaro

 IL MIGLIORE IN CAMPO: PERIN 7 – ancora decisivo il giovane portiere italiano che ipnotizza Avelar dagli undici metri.

SHARE