SHARE

coppa d'africa

E’ arrivato un no definitivo e senza appello da parte del Marocco alle insistenti richieste di organizzare la prossima edizione della Coppa d’Africa giunte da parte della CAF, la Confederazione Calcistica Africana. La competizione, sulla carta in programma dl 17 gennaio all’8 febbraio prossimi, è per ora saltata a causa della pandemia del virus Ebola che da settimane sta scatenando paure e psicosi non solo nel Continente Nero ma anche in altre parti del mondo. Già nello scorso ottobre il governo di Rabat aveva manifestato ansie e perplessità circa lo svolgimento dell’evento, che prevederebbe un assembramento di tantissime persone nello Stato del Nord Africa e di conseguenza alzerebbe i rischi legati ad un eventuale contagio.

ANNULLIAMO TUTTO – La CAF ha mandato nei giorni scorsi una sorta di ultimatum al governo marocchino intimando di fornire una risposta concreta in merito alla promozione della Coppa d’Africa, essendo ormai il torneo molto prossimo, ma la paura dell’Ebola ha avuto la meglio e la risposta da far pervenire entro sette giorni è stata negativa: lo stato maghrebino non rispetterà gli impegni presi a suo tempo per le complicazioni giudicate estremamente concrete circa la possibilità di una diffusione su vasta scala del virus. A causa di ciò la Coppa d’Africa 2015 potrebbe saltare, difficile infatti pensare ad uno spostamento della manifestazione in tempi così ristretti, come inizialmente aveva richiesto lo stesso Marocco.

NESSUN PIANO B – Il Ministero dello Sport del Marocco ha successivamente diramato una nota ufficiale dove spiega il rifiuto del Paese nordafricano ad organizzare la Coppa d’Africa 2015: “Il nostro diniego nasce da motivazioni sanitarie dovute alla seria minaccia dell’Ebola e ad un serio pericolo della sua diffusione”. Per la prossima settimana nel frattempo la CAF ha annunciato una riunione al Cairo per decidere il da farsi, dal momento che nessun altro Paese africano pare voglia sostituirsi al Marocco, cosa che sembra portare ad un annullamento della Coppa d’Africa 2015 ormai quasi certo. E dubbi nascono ora anche per quanto riguarda il Mondiale per club, al via tra poco più di un mese proprio in Marocco.

SHARE