SHARE

10799301_10205278234900799_1258742756_n

La Roma, dopo qualche difficoltà nelle prime battute, riesce a sbrigare la pratica Torino con tre gol. Gli ospiti nel complesso non giocano male, ma la superiorità tecnica e l’altissima intensità dei giallorossi hanno fatto si che non ci sia stata partita. Segnano Torosidis, Keita e Ljajic.

IL MATCH – Il primo tempo è giocato molto bene da entrambe le squadre, ma la Roma riesce a concretizzare di piu’. I giallorossi partono subito forte, e al 6′ segna Torosidis su cross basso di Totti, il greco batte a rete calciando dal centro dell’area di rigore.  Al 11′ si ha la risposta del Torino, con il solito Quagliarella, che ci prova in girata, ma De Sanctis si oppone deviando in angolo.  I granata provano a giocarsela, ma la superiorità tecnica della Roma è schiacciante. I padroni di casa , infatti, si rendono pericolosissimo al 19′ con  Pjanic,che su punizione colpisce una clamorosa traversa. Il raddoppio è questione di minuti, ci pensa Seydou Keita, al 27, che segna il primo gol in giallorosso grazie ad  un sinistro dal limite dell’area che si insacca nell’angolino basso. Un minuto dopo anche Pjanic prova a battere Gillet con una botta da lontano che il belga riesce a neutralizzare.

A SENSO UNICO – La Roma cerca numerose volte la soluzione del tiro da fuori, con i vari centrocampisti dai piedi educatissimi. Il forcing della squadra di Garcia continua, grazie ad un’ottima condizione fisica, e al 31′ Gervinho da posizione defilata tenta la conclusione, che non ha però buon fine.  La seconda frazione comincia con il Torino che cerca di rendersi pericoloso, obbligando Manolas a due chiusure provvidenziali.  Al 58′, tuttavia, Adem Ljajic tira fuori il coniglio dal cilindro, stoppando di tacco una palla di Pjanic fa partire un tiro a giro che toglie le ragnatele dall’incrocio. Il resto della partita è poca cosa, con la compagine di Ventura che cerca una reazione d’orgoglio. Sanchez Mino e Bruno Peres cercano di risollevare il Toro abbattuto,ma De Sanctis ed una solida difesa gli sbarrano la strada. Da registrare, il ritorno di Kevin Strootman, che viene accolto calorosamente dalla tifoseria. Serviva una reazione dopo le settimane d’inferno di Champions, e puntualmente è arrivata. La Juventus è avvisata.

IL MIGLIORE: 

Adem Ljajic 7,5: in grande spolvero, compie una grande partita aiutando i compagni in tutte le fasi. Il gol meraviglioso è la ciliegina sulla torta.

ROMA-TORINO 3-0

ARBITRO: Banti di Livorno

MARCATORI: pt 7′ Torosidis, pt 26′ Keita, st 12′ Ljalic

ROMA (4-3-3) De Sanctis 6,5; Torosidis 6,5, Manolas 7 (76’ Nainggolan 6), Mapou 6, Cole; Pjanic 6, De Rossi 6, Keita  6,5(83’ Strootman S.V); Gervinho 7, Totti 6 (86’ Destro S.V), Ljajic 7,5. All. Garcia

TORINO (3-5-1-1): Gillet 6; Maksimovic 5, Glik, 5,5  Moretti 5,5 ;Bruno Peres 6 , Gazzi 5, Vives 5 (42’ Nocerino sv), Farnerud 5,5 (46’ Sanchez Mino), Darmian 6; El Kaddouri 5 Quagliarella 5,5. All. Ventura

 

SHARE