SHARE

Higuain

Eccoci di nuovo con StatisticA, la rubrica di approfondimento riguardante i numeri e le statistiche della Serie A.

 

GENERALI – l’11° turno ha visto la realizzazione di ben 29 reti complessive, record stagionale. 5 le vittorie totali, di cui 4 interne e una sola esterna (quella del Napoli a Firenze), 5 i pareggi. La gara con più reti è stata, inevitabilmente, Juventus-Parma con 7 gol (tutti di marca bianconera). In questa giornata, tra l’altro, sono stati sbagliati ben 3 rigori (Avelar, Vazquez e Toni). 3 le espulsioni in tutto il turno.

 

SASSUOLO-ATALANTA: secondo pari di fila per il Sassuolo, terzo per l’Atalanta. Per entrambe le squadre si tratta del secondo pareggio consecutivo per 0-0. Il Sassuolo porta la sua striscia positiva a 5 turni: mai i neroverdi avevano fatto così bene in Serie A. Quello di sabato è il primo pareggio in assoluto al Mapei Stadium tra le due squadre. Numeri impietosi per l’Atalanta in attacco: solo 4 i gol siglati, nessun team tra i 5 principali campionati europei ha fatto peggio dei bergamaschi. Per la 5a gara di fila l’Atalanta non segna in trasferta.

 

SAMPDORIA-MILAN: 3° pareggio nelle ultime 4 gare (senza vittorie) per il Milan di Inzaghi, fermato a Marassi dalla Sampdoria. Ritorna finalmente al gol El Shaarawy, che non segnava in Serie A da 622 giorni (l’ultima rete l’aveva siglata in un Derby contro l’Inter nel Febbraio 2013). 2° gol in campionato per il brasiliano Eder, un gol particolare perché risulta essere l’8° segnato dalla Samp su palla inattiva: è un record in Serie A. Momento negativo per Daniele Bonera, che riceve la 2a espulsione nelle ultime 3 gare giocate da titolare in Serie A con il Milan. Sampdoria che continua il suo grande percorso a Marassi: tra Serie A e Coppa Italia i blucerchiati sono imbattuti da 7 gare. Allo stesso tempo, però, la Sampdoria non riesce più a vincere in casa contro il Milan da ormai 4 anni. Milan che risulta essere, insieme al Genoa, l’unica squadra ad essere ancora imbattuta in trasferta.

 

CAGLIARI-GENOA: pareggio tra Cagliari e Genoa nell’anticipo delle 12:30 di domenica. 1° gol in Serie A per Farias. Gara molto aggressiva: in totale 10 i cartellini gialli, compreso quello che ha portato all’espulsione di Sturaro. Avelar sbaglia il suo primo rigore in Serie A, facendo fare bella figura a Perin. Cagliari che presenta lo stesso numero di gol fatti e subiti (17). Cagliari che, ancora una volta, si lascia scappare l’occasione di tornare a vincere in casa: i tre punti al Sant’Elia mancano da 6 turni casalinghi di campionato consecutivi.

 

CHIEVO-CESENA: seconda vittoria in questa Serie A per il Chievo e primi tre punti sotto la guida del nuovo tecnico Rolando Maran. La squadra migliora anche dal punto di vista del gioco: per la prima volta nel corso del torneo di quest’anno, infatti, il Chievo ha avuto una percentuale di possesso palla superiore al 50%. Primi gol in questo campionato per Sergio Pellissier, che non segnava una doppietta in Serie A dal 6 Maggio 2012 (4-4 a Palermo). Inutile il primo gol in Serie A per Djuric del Cesena. Chievo che negli ultimi 6 precedenti al Bentegodi non ha mai perso con il Cesena e che, anzi, ha trovato la 5 vittoria di fila contro la squadra attualmente allenata da Bisoli.

 

EMPOLI-LAZIO: seconda vittoria anche per l’Empoli, che un po’ a sorpresa batte la Lazio frenandone la corsa Champions. Primo gol in Serie A per Barba, primo in questo campionato anche per il veterano Massimo Maccarone ma il 52° in Serie A. Lazio che nel primo tempo non ha mai concluso in porta, quando invece nelle altre gare lo aveva fatto almeno per 3 volte nella prima frazione. Emerge un dato particolare per quanto riguarda le reti dell’Empoli: sono 8 su 12 infatti, le segnature arrivate su palla inattiva, per una media del 66,7%: la migliore di questa Serie A. Candreva ancora protagonsta: 7° assist in questo campionato, record personale in un singolo torneo di Serie A per l’esterno della Nazionale. Con questi tre punti l’Empoli interrompe una striscia negativa di 3 giornate, mentre la Lazio si ferma dopo 6 partite senza sconfitte. Si tratta della seconda vittoria in assoluto e consecutiva per l’Empoli in casa contro la Lazio, che non vince al Castellani dal 2005.

 

JUVENTUS-PARMA: straordinaria vittoria dei Campioni d’Italia contro il Parma, ora nuovamente ultimo. Juventus che si ritrova in questo momento con il miglior attacco e la miglior difesa di questa Serie A. 7 non sono solo i gol della gara contro gli emiliani ma anche quelli siglati dalla Juventus fuori area, 6 dei quali su azione. La Juventus eguaglia, tra l’altro, un record appartenente al Napoli scudettato: è la prima squadra dai tempi degli azzurri di Maradona a far siglare a tre suoi giocatori almeno due gol a testa nella stessa gara (Maradona, Carnevale e Careca per il Napoli, Llorente, Tevez e Morata per la Juventus). Numeri tragici per il Parma, che con 28 gol subiti in 11 gare si ritrova una delle difese più perforate d’Europa. Il 7-0 subito allo Juventus Stadium è, inoltre, la sconfitta più umiliante subita dai crociati nella loro storia in Serie A. Si tratta, inoltre, della 4 vittoria consecutiva della Juventus in casa contro il Parma, che non vince a nella Torino bianconera dal 2011. Grazie alla doppietta di ieri, Tevez raggiunge Callejon al comando della classifica cannonieri.

 

PALERMO-UDINESE: pari tutto sommato giusto quello tra le squadre di Iachini e Stramaccioni. 4° gol in campionato per Dybala così come per Thereau, primo rigore sbagliato in Serie A per Vazquez e primo neutralizzato da Karnezis. Come il Cagliari, anche l’Udinese possiede lo stesso numero di gol fatti e subiti, in questo caso 14. Palermo in serie positiva ormai da 3 partite, con 9 dei 13 punti fatti prodotti al Barbera.

 

FIORENTINA-NAPOLI: colpo esterno per la squadra di Benitez che batte 0-1 la Fiorentina grazie alla 6a rete in questo campionato di Gonzalo Higuain. El Pipita per la prima volta in carriera è andato in gol per 4 partite consecutive in Serie A. Secondo sconfitta interna per la Fiorentina quest’anno, dopo quella subita per mano della Lazio. Il Napoli conquista così, per la prima volta quest’anno, la terza piazza del campionato ed è al terzo posto anche per il rendimento esterno: 11 dei 21 punti totali infatti la squadra di Benitez li ha conquistati in trasferta. Firenze è evidentemente un campo fortunato per il Napoli, che trova la terza vittoria nelle ultime 4 gare al Franchi. La Viola non riesce a battere i partenopei in casa sua dal 2009 (finì 2-1) e torna a non segnare in casa contro gli azzurri dopo 3 gare. Napoli in serie positiva ormai da 5 gare tra Serie A ed Europa League.

 

INTER-VERONA: continua il momento poco brillante dell’Inter che si fa frenare in casa da un buon Verona. Non bastano a Mazzarri il 3° rigore su 3 parato da Handanovic in questo torneo e la 7a rete di Icardi. Verona che, ancora una volta, dimostra grande grinta: la squadra di Mandorlini ha infatti conquistato 7 punti dei suoi 14 totali rimontando da una situazione di svantaggio. Quello di ieri sera è il primo pareggio a San Siro tra le due squadre dopo 5 vittorie consecutive dell’Inter. Prima espulsione per Medel e primo assist italiano per l’ex Barcellona e Real Madrid Javier Saviola.

 

ROMA-TORINO: vittoria senza storia per la Roma che batte il Torino confermando il secondo posto e tornando alla vittoria dopo 2 gare di fila a secco. Con le reti di Torosidis e Keita la Roma ha mandato in gol ben 11 giocatori, record per questa Serie A. I giallorossi, inoltre, hanno avuto una percentuale di tiri nello specchio del 66,7%, primato stagionale in gara singola per la squadra di Garcia. Torino che subisce così la seconda sconfitta consecutiva tra Europa League e Serie A e che per la 6a volta consecutiva perde a Roma, per la terza volta senza segnare: l’ultima vittoria dei granata in un Olimpico tinto di giallorosso risale al 2007.

 

Claudio Agave 

SHARE