SHARE

FBL-LATAM-EURO-2016-ARG-CRO-FRIENDLY

Ha giocato l’ultima mezz’ora senza finire sul tabellino dei marcatori, ma Carlos Tevez è stato certamente l’uomo più atteso ieri durante l’amichevole di Londra tra Argentina e Croazia finita 2-1 in rimonta per la nazionale vicecampione del mondo.

CARLITO’S WAY – L’attaccante della Juventus infatti mancava dalla lista dei convocati albiceleste dal 17 luglio 2011, con la sua ultima apparizione che lo vide sfortunato protagonista contro l’Uruguay ai quarti di finale della Coppa America, quando sbagliò un rigore nella lotteria finale. La competizione fu giocata in casa e lo scotto dell’amarissima eliminazione subita dai rivali della Celeste è rimasto sulle spalle di Tevez per molto tempo, complice anche un rapporto non semplice a quanto pare con staff tecnico e dirigenziale dell’Argentina.

RITORNO AL FUTURO – L’approdo di Gerardo Martino sulla panchina della Seleccion ha però fatto si che le cose volgessero per il meglio per Tevez, il quale ha affermato felice dopo la partita di ieri: “Sono sceso in campo tranquillo, come deve essere quando si gioca a calcio. Il mister mi chiede delle cose ed io devo abituarmi a capire cosa cerca da me, questo ritorno in campo mi ha reso molto contento ed ora spetta a me dimostrare di meritare la maglia dell’Argentina anche in futuro”.

SHARE