SHARE

keane

Una notizia che vede come protagonista Roy Keane ha scosso il ritiro dell’Irlanda a Portmarnock alla vigilia del match contro la Scozia di domani: sembra che l’ex centrocampista del Manchester United, attualmente vice allenatore sia dell’Aston Villa che della Nazionale verde (per la quale è sceso in campo 67 volte con 9 gol dal 1991 al 2005) abbia avuto una controversia con un uomo in albergo, reagendo con un pugno alla richiesta di avere un autografo da parte di quest’ultimo.

MISTERO – Successivamente lo stesso Roy Keane avrebbe chiamato la polizia, come precisato dalla stessa Federazione irlandese che ha anche rilasciato un comunicato in proposito, parlando di “notizie inesatte diffuse dai media”. Ecco il testo tradotto da Maidirecalcio: “In seguito a notizie riportate in maniera imprecisa dai media in riferimento a un incidente coinvolgente un membro del pubblico questo pomeriggio nell’hotel della Nazionale d’Irlanda, ci teniamo a chiarire che Roy Keane ha chiamato la Gardai (polizia irlandese, ndr) in seguito all’incidente. Il manager, Martin O’Neill e la FAI sono pienamente consapevoli delle circostanze di questa vicenda, e l’Allenatore in seconda ha il loro pieno supporto”.

CHE CARATTERINO – Roy Keane non è mai stato un agnellino e la cosa è nota a tutti, come si evince da un episodio tratto dalla sua autobiografia ufficiale qui che vide il focoso centrocampista irlandese fare a pugni con il compagno di squadra Peter Schmeichel. Per quanto riguarda la vicenda del pugno il tutto è seguito senza che il malcapitato tifoso sporgesse denuncia.

SHARE