SHARE

Ozil-620x330

Un vero e proprio divorzio familiare quello in scena in questi giorni tra Mesuz Ozil e suo padre Mustapha. I due sono finiti in tribunale per questioni economiche irrisolte da tempo ma che rappresentano solo la punta dell’iceberg di problemi interni nati tra il giocatore dell’Arsenal e il suo padre-agente. La rottura infatti sembra ci sia da tempo, a causa del passaggio del giocatore in Inghilterra, trasferimento che lo stesso Ozil non ha mai digerito e approvato del tutto.

Il dato che fa riflettere è che il passaggio di Ozil all’Arsenal ha fatto guadagnare a suo padre circa 8 milioni di euro, gli stessi sborsati dai Gunners nella casse del Real Madrid per garantirsi le prestazioni del trequartista tedesco. Una cifra considerevole e difficilmente giustificabile che aumenta i rimpianti del giocatore, desideroso all’epoca di restare a Madrid. Infatti quasi un mese dopo il suo trasferimento, Ozil decise di troncare i rapporti con il padre e di ridiscutere il suo ruolo di agente tuttofare. Alla base di questa decisione anche le spese pazze, la gestione della società Ozil Marketing e una carriera sportiva gestita in maniera errata. Mesut ha così deciso di cedere al fratello la società e la gestione dei suoi diritti ma il padre ha contestato circa 630 mila euro per dei contratti pubblicitari e ha denunciato suo figlio.

Una storia che vede come unico grande sconfitto Ozil, come scrivono Bild e Marca, che sembra avere ancora grandi rapporti con i suoi ex compagni di squadra Ramos e Benzema e che rimpiange il buon calcio che si gioca a Madrid.

SHARE