SHARE

Ziggler

Survivor Series dista poco più di una settimana e la carne a cuocere è moltissima. Così come Raw, anche SmackDown approfitta del tour europeo WWE (che proprio ieri ha toccato Milano) per dare spettacolo a Liverpool, in Inghilterra. Andiamo dunque a scoprire cosa è accaduto nello show blu della Federazione di Stanford.

 

SmackDown si apre con il ritorno di Chris Jericho, che dà inizio allo show con il suo talk, l’Highlight Reel. Ospiti di Jericho sono Triple H e Stephanie McMahon, le punte di diamante dell’Authority. Triple H, riferendosi alla stipulazione del match di Survivor Series (se il team Authority perderà dovrà abbandonare la cima della WWE), spiega che non gli interessa avere il consenso del pubblico e che l’Authority è fondamentale, che agli spettatori piaccia o meno. Dopo qualche battibecco verbale con Jericho, i due lasciano il ring sotto i cori di sfottò innescati da Y2J.

– Bray Wyatt batte Sin Cara, via pin. Wyatt chiude agevolmente un match dominato con la sua finisher, la Sister Abigail, per poi provocare Ambrose. L’ex Shield sale sul ring e, dopo altre provocazioni di Wyatt (riguardanti specialmente il segreto del padre di Ambrose alcolizzato), riesce ad avere una breve colluttazione con l’Eater of Worlds. Wyatt riesce però ad allontanarsi continuando a punzecchiare Ambrose.

– I World Tag Team Champions Goldust & Stardust battono Adam Rose e il coniglio in un non-title match, via pin. A regalare la vittoria al duo è Stardust, che schiena il coniglio con la Dark Matter (un Reverse STO). A fine match ancora una volta Adam Rose discute con il coniglio, reo stavolta di non avergli dato il tag (ovvero il cambio per entrare in ring) in maniera tempestiva. Preso dalla rabbia, Rose attera il coniglio e lo stende con la sua mossa finale, la Party Foul.

Promo backstage di Dolph Ziggler. L’Intercontinental Champion parla di tutto ciò che l’Authority gli ha fatto passare in queste settimane per via del suo schierarsi dalla parte di Cena, e spiega che nonostante tutti i soprusi subiti continuerà a contrastare Triple H e soci.

Promo backstage di Ryback. Il Big Guy dice che la sua reazione a Raw non significa che farà parte del Team Cena perché gli interessa soltanto di sé stesso. Ryback spiega anche che le sue attenzioni sono focalizzate su Kane e sul match che si svolgerà nel main event di questo episodio di SmackDown.

– Intercontinental Championship match: Dolph Ziggler batte Cesaro e Tyson Kidd in un triple treat elimination match, via pin su Tyson Kidd. Ziggler resta così Campione Intercontinentale. Match straordinario, senza dubbio il migliore della serata. Primo eliminato Cesaro, che viene schienato da Kidd dopo la Zig Zag di Ziggler. Lo stesso Ziggler elimina Kidd replicando la finisher e vincendo l’incontro.

– Natalya batte Layla, via submission. Natalya fa cedere Layla alla Sharpshooter nonostante le vane interferenze di Summer Rae, all’angolo della lottatrice britannica.

Nel backstage Dean Ambrose prova a rilasciare alcune dichiarazioni ma viene attaccato a tradimento da Bray Wyatt, il quale lo lascia dolorante a terra continuando ad infierire con i suoi mind games.

– Ryback batte Kane, via dq. La squalifica viene causata proprio da Kane, che rifila un paio di sediate all’addome all’avversario. Ryback però si riprende colpendo Kane con una Spinebuster e andando poi a muso duro con Triple H, che aveva assistito al match da bordoring, in segno di sfida.

 

Su tale face to face si chiude così la puntata di SmackDown. Tante le questioni aperte, e Survivor Series è sempre più vicino. Non ci resta che aspettare la prossima puntata di Raw, l’ultima pre-PPV, per capire se il Team Cena troverà il suo quinto uomo e, soprattutto, da che parte si schiererà Ryback.

 

Claudio Agave 

SHARE