SHARE

infortunio mertens

La botta in testa di Dries Mertens nella gara tra Belgio e Galles ha fatto tremare un po’ tutti. E’ stata tanta la paura per l’esterno del Napoli, che però non ha avuto gravi conseguenze dopo lo spaventoso contrasto aereo contro Williams.

Chi però ha visitato Mertens da vicino, ovvero il Dottor Van Cromburgge, medico del Belgio, ha dovuto far fronte ad attimi di vero terrore. Il medico belga infatti spiega, come riportato da La Gazzetta Dello Sport, le paure che hanno attanagliato lui stesso e il giocatore: È stata una cosa terribile ed anche i calciatori in campo hanno avuto subito la sensazione che fosse qualcosa di grave perché non riprendeva conoscenza e per un minuto intero non ha mosso il corpo. Lo abbiamo immobilizzato immediatamente sulla barella per evitare che un movimento potesse creare ulteriori danni al suo corpo. Era paralizzato dopo il contrasto e solo dopo 24 ore la situazione si è normalizzata. Ma lo spavento è stato terribile, quell’impatto è stato terribile. Le dimissioni dall’ospedale? Decisione non chiara, ma era fuori pericolo. Il suo ritorno a Napoli dipenderà anche da Dries e da quando capiremo che riuscirà ad affrontare un volo, ma in ogni caso sarà in Italia entro la fine della settimana. Poi, dovrà sopportare un’altra visita specialistica ed in base all’esito, decideremo se il calciatore potrà essere già pronto per giocare o meno. La paura di Mertens è stata quella di non riuscire a muovere più le gambe e la cosa più importante in questo momento è che abbia ripreso l’uso degli arti e quindi che la sua carriera non è più a rischio. Dries era spaventatissimo, era sotto shock ed ha chiesto immediatamente rassicurazioni circa la sua carriera”.

 

Claudio Agave 

SHARE