SHARE

neuer

La concorrenza per il prossimo Pallone d’Oro li metterà contro, e difatti Manuel Neuer non risparmia delle frecciatine al superfavorito Cristiano Ronaldo, accreditato anche quest’anno per il successo personale nel prestigioso riconoscimento attribuito dalla FIFA in collaborazione con la rivista francese “France Football”.

MEMORIA CORTA – Il portierone tedesco del Bayern Monaco, campione del Mondo nella scorsa estate alla rassegna iridata in Brasile con la Germania, sfodera l’ennesima prova di carisma stavolta fuori dal campo, dopo aver impressionato tutti gara dopo gara con le sue incredibili uscite dai pali che lo portano spesso a raggiungere il centro del campo. Neuer ha detto di CR7 al magazine calcistico tedesco ‘Kicker’: “Personalmente mi ritengo un atleta e non il testimonial di una pubblicità, non faccio foto in mutande come Cristiano, non sono il tipo. Ronaldo è un personaggio totalmente glamour, l’esatto contrario di me che invece detesta le luci della ribalta ed il tappeto rosso, preferisco solo e soltanto il verde del terreno di gioco”. Anche se Neuer smentisce se stesso dato che qualche tempo fa l’estremo difensore teutonico in mutande ci è rimasto proprio per uno spot.

CHI SEGNA VINCE – Neuer dice la sua poi sul presunto svantaggio che il suo ruolo e quelli difensivi in generale giocano nella corsa ai prestigiosi riconoscimenti individuali: “E’ vero, solitamente la gente si ricorda più dei gol e tutt’al più degli assist e poco di parate anche spettacolari e di interventi difensivi decisivi. Del resto sono proprio i gol che le televisioni trasmettono di più”.

HEROES – Per concludere Neuer ha ricordato la conquista della Coppa del Mondo: “Vincere al Maracanà contro una Nazionale forte come l’Argentina rappresenta un pezzo di valore nella storia del calcio, anche i successi ottenuti col Bayern in confronto sono secondari, del resto parliamo del fatto di diventare i migliori in questo sport sul pianeta”.

SHARE