SHARE

Rohan_Ricketts

L’ex calciatore di Arsenal e Tottenham, Rohan Ricketts, ha rilasciato una lunga intervista ad AS e ha raccontato la sua vita all’interno dello spogliatoio degli Spurs e dei Gunners.

TOTTENHAM – “Robbie Keane inviava messaggi a Louise Redknapp facendoli passare come inviati da suo marito Jamie. E questi si vendicava inviando messaggi al CT irlandese dal cellulare di Robbie. I calciatori sono come dei cacciatori che odorano una preda: se notano una debolezza ti ammazzano. Ai deboli si rompono le gambe e a volte questi chiedevano di lasciare il club perchè non riuscivano a sostenere la situazione“.

ARSENAL – “Gli inglesi non lasciavano in pace un mio compagno italiano, facendolo tornare a casa piangendo. Gli dicevano ‘cosa fai ancora qui? Non dovresti stare in Inghilterra. A volte c’erano elementi nella squadra che sembravano dei malati di mente per ciò che facevano fuori dal campo, come un compagno dell’Arsenal che un giorno, nell’hotel in cui la squadra era in ritiro, corse lungo un corridoio per effettuare un tackle a piedi uniti su… un vaso di fiori. Mandandolo in pezzi ovviamente. Un altro diceva che il giorno prima della partita gli piaceva “ubriacarsi e fare a botte con qualcuno“.

SHARE