SHARE
palombo

1082309-palombo

Angelo Palombo, centrocampista della Sampdoria, è stato intervistato da SampdoriaNews.net. Ecco quanto dichiarato:

“L’anno scorso è stato particolare, dopo un inizio difficile con la sconfitta nel derby contro il Genoa e qualche altro risultato negativo, c’è stato il cambio in panchina. E’ arrivato mister Mihajlovic e siamo cresciuti molto ottenendo la salvezza con un mese e mezzo d’anticipo. Tanti giovani, inoltre, sono cresciuti e hanno maggiore acquistato maggiore esperienza”

Stagione –Stiamo facendo bene, oltre a fare punti contro le squadre alla nostra portata, stavolta ne sono arrivati anche con le grandi. L’importante è dare il massimo poi tutto può accadere. Domenica riprenderà il campionato e affronteremo il Cesena. E’ una partita molto difficile, sicuramente più difficile di quelle con Milan, Fiorentina e Roma, perché il Cesena gioca in casa, ha bisogno di punti, e saranno molto agguerriti. Se non la affronteremo nel migliore dei modi, con la mentalità che ci ha sempre contraddistinto finora, è una partita in cui potremmo fare fatica.”

Singoli – Palombo poi si sofferma su alcuni elementi della rosa: “La convocazione in Nazionale di Soriano è un motivo di orgoglio per tutti perché significa che il lavoro dell’allenatore sta dando i suoi frutti. Obiang? L’anno scorso non stava bene, adesso che ha recuperato dall’infortunio ha dimostrato di essere un giocatore importante per noi. Quest’anno c’è Krsticic che ha avuto qualche problema fisico, quando ritroverà la forma fisica potrà darci una grossa mano. Infine sono contento per Rizzo, da genovese non è mai semplice giocare per la propria città ma lui ci sta riuscendo al meglio”

Momento personale –Ho saltato la gara contro il Milan per squalifica però chi ha giocato al mio posto ha fatto bene, come quando contro la Fiorentina ci siamo adattati a cambiare modulo per i tanti infortuni comportandoci egregiamente. Sappiamo che da qui alla fine ci sarà da lottare e noi ci faremo trovare pronti”

SHARE