SHARE

PX*11013883

Con due gol di scarto, in maniera perfettamente british, l’Inghilterra si aggiudica il bollente derby contro la Scozia disputato nel catino di Celtic Park. A decidere una gara non certamente spettacolare (ma molto intensa) le reti di Oxalade-Chamberlain e la doppietta Wayne Rooney, abili ad approfittare di una difesa scozzese assolutamente da rivedere e a stroncare le speranze della Tartan Army, illusa dal gol di Robertson sullo 0-2. Straordinario, come sempre, l’incitamento del pubblico di casa, protagonista assoluto dei 90 minuti.

CHAMBERLAIN SPIZZA – Sostanziale equilibrio nei primi 20 primi del match. Tre Leoni maggiormente propositivi ad inizio gara e pericolosi dalle parti di Marshall con Cahill (colpo di testa a lato) e Welbeck (tiro centrale). I padroni di casa, letteralmente trascinati dal pubblico, provano a farsi vedere in avanti conquistando una serie di calci d’angolo che infiammano Celtic Park. Le incursioni dell’undici di Strachan non creano, però, particolari problemi a Forster e, al 32′, l’Inghilterra passa. Jack Wilshere crossa da metà campo per Chamberlain (non proprio un gigante) che, lasciato incredibilmente libero, ha gioco facile nel portare in vantaggio i suoi. La reazione scozzese è tutta in un tiro sbilenco di Shaun Maloney al 42′: palla ampiamente a lato e prima frazione che si chiude con la squadra di Hodgson in vantaggio.

DOPPIO ROONEY – Più vivace la ripresa, che si apre con il raddoppio inglese dopo appena due minuti. E’ Rooney a colpire di testa da pochi passi, senza nemmeno saltare, dopo una serie di carambole fra i difensori scozzesi in perfetto stile Gialappa’s. L’Inghilterra amministra la gara piuttosto agevolmente, sfiorando il tris con Smalling e Wilshere, mentre i ragazzi di Strachan si affidano alle giocate di Maloney. Dopo una grande occasione fallita da Naismith (colpo di testa a lato da ottima posizione) e un sinistro del solito Wilshere lontano dallo specchio, a sette minuti dalla fine la Scozia trova il gol che riapre la gara accendendo Celtic Park. Bellissima azione tutta sulla sinistra, il neo-entrato Russell mette in mezzo e Robertson piazza la palla sul primo palo da pochi passi. E’ 1-2, lo stadio si infiamma, ma a spegnerlo ci pensa il solito Rooney che, tre minuti più tardi, finalizza alla perfezione una rapida ripartenza. E’ l’ultima emozione di una gara che, come testimoniato ancora una volta dal clima “infernale” sugli spalti, non sarà mai un’amichevole.

Tabellino

Scozia-Inghilterra 1-3 32′ Chamberlain, 47′, 85′ Rooney, 83′ Robertson

Scozia (4-2-3-1): Marshall (46′ Gordon); Whittaker, Martin (46′ Morrison), Hanley (66′ May), Robertson; Brown (46′ Fletcher), Mulgrew; Maloney (81′ Russell), Naismith, Anya (61′ Bannan); Martin. All.Strachan
Inghilterra (4-3-1-2): Forster; Clyne, Cahill (46′ Jagielka), Smalling, Shaw (66′ Gibbs); Lallana, Wilshere, Downing (46′ Lallana); Chamberlain (80′ Lambert); Rooney, Welbeck (66′ Sterling). All. Hodgson

SHARE