SHARE

BONUCCI

Nella serata di Genova ha indossato per la seconda volta la fascia da capitano della Nazionale: pur con il rammarico di aver mancato la partita di qualificazione con la Croazia, per Leonardo Bonucci questo è motivo di grande soddisfazione. Il centrale della Juventus si è presentato ai microfoni di Rai Sport nel postpartita: “Con Conte c’è un importante progetto di gioco. L’obiettivo è qualificarsi per gli Europei, e ci riusciremo con corsa a sacrificio: stasera c’è stata una grande occasione per molti ragazzi e dobbiamo essere contenti, hanno risposto alla grande“.

La creazione del gruppo è sempre più complicata visto il crescente numero di stranieri in Serie A, ma questo non può essere un alibi: “E’ vero, lo dicono le statistiche: per il CT è sempre più complicato trovare alternative valide perché l’Italia torni ad essere una squadra temuta da tutti. Mondiale? E’ stata colpa di tutti i 23 che hanno partecipato. Mario? E’ padrone del suo destino: se avrà l’intelligenza di capire che deve avere una mentalità operaia, che deve correre a sacrificarsi per gli altri, farà parte del gruppo e sarà molto importante per noi. Se l’ha capito? Non lo so, io sono arrivato venerdì e lui è andato via sabato“.

SHARE