SHARE

premier league

Finalmente ci siamo. Dopo due lunghe settimane di sosta, questo week-end torna il campionato più bello del mondo, torna la Premier League. Un ricchissimo programma che partirà sabato alle 16.00 con ben 6 partite in contemporanea e terminerà con il Monday Night tra Aston Villa-Southampton, pezzo forte sabato alle 18:30 la sfida tra le “scontente” del campionato Arsenal-Manchester United.

Prima di tuffarci nella prossima giornata , facciamo un passo indietro dando un’occhiata alla classifica e all’ultimo turno giocato, ricco come al solito di colpi di scena.

ASSOLO BLUES – Sempre più in vetta il Chelsea di Josè Mourinho, che dall’alto dei suoi 29 punti sui 33 in palio, guarda tutti dal basso verso l’alto. Due settimane fa i Blues uscirono trionfatori anche da Anfield Road, regolando il Liverpool di Rodgers grazie a quel selvaggio di un Diego Costa, match-winner tornato a trascinare i suoi dopo un mese di stop. Sabato allo Stamford Bridge arriverà il West Bromwich di Alan Irvine, reduce dal brutto ko casalingo contro il Newcastle. Una sfida che sulla carta appare senza storie nasconde però un retroscena, i Baggies infatti nella passata stagione furono l’unica squadra a non essere battuta in campionato dai Blus. Continuerà questa inattesa tradizione?

SAINTS IN PARADISO – Se i londinesi sono i dominatori assoluti del campionato, non c’è assolutamente alcun dubbio che il Southampton rappresenti la più grande e piacevole sorpresa. I ragazzi di Koeman dopo la sconfitta con il Tottenham hanno inanellato una serie esaltante di quattro vittorie consecutive, con 12 gol fatti e nessuno subito. Salutati e non rimpianti giocatori del calibro di Shaw, Lallana, Lambert, i Saints si tengono ben stretti i gioiellini Wanyama, Tadic fino al “nostro” Graziano Pellè, capocannoniere della squadra e fulcro del gioco di Koeman.

CITY, ARE YOU OK?– La vittoria nel derby contro lo United di due turni fa non cancella un inizio d’autunno da dimenticare per il Manchester City dell’ingegnere Pellegrini. Ad un passo dall’ennesimo flop in Champions League, i Citiziens sono reduci dall’immeritato pareggio in casa del Qpr penultimo in classifica. Contro il sorprendente  Swansea di Garry Monk, Aguero e compagni si giocano le ultime possibilità per la riconquista di un titolo che sembra scappare via di giornata in giornata.

THE BIGH MATCH – Separate da un solo punto in classifica, Arsenal e Manchester si sfideranno all’Emirates per l’ennesima, possibile, svolta della propria stagione. Quella che negli ultimi 20 anni è stata la sfida per eccellenza della Premier, non varrà più di un quinto posto, assolutamente impronosticabile ad inizio stagione. Wenger riabbraccia Giroud, che sarà a disposizione, e farà affidamento sulla voglia di rivalsa dell’ex Welbeck, oltre ovviamente a confidare nell’ispiratissimo Alexis Sanchez. Lo United di Van Gaal, ancora orfano di Falcao, andrà alla ricerca della prima vittoria contro una big del campionato.

 

 

SHARE