SHARE

christian-abbiati

 

Il portiere del Milan, Christian Abbiati, è intervenuto ai microfoni del canale tematico rossonero a tre giorni dal derby contro l’Inter di domenica sera a San Siro. Ecco le sue parole:

Sulla vigilia del derby: “Il derby è sempre il derby, è una partita sempre molto sentita. Arriva dopo una sosta, oggi saremo finalmente al completo. Non sarà semplice, ma credo che sarà una grande partita. La tensione si è iniziata a sentire soprattutto questa settimana”.

Sul mister: “Per lui vivere un derby da allenatore è diverso rispetto a quando era giocatore. Speriamo abbia un bel debutto”.

Sul gol preferito nella storia del derby: “Non è facile, ma dico quello di Sheva nel derby di ritorno di Champions. È un gol molto importante per me”.

Sul derby del 0-6: “Avevo un bel rapporto con Comandini, quando ha saputo di essere titolare gli ho detto di stare tranquillo e per fortuna è andata bene”.

Sul 5 maggio 2002: “È stato l’inizio di anni importanti con Ancelotti, eravamo una grandissima squadra. Anche se ho giocato poco, il mister sapeva rendere partecipi tutti”.

Ancora su Inzaghi: “Abbiamo da sempre un ottimo rapporto, qualcosa è cambiato perché ora lui è allenatore e io giocatore”.

Sui portieri del Milan: “Al Milan siamo quasi sempre andati d’accordo noi portieri, anche chi non gioca fa sempre il tifo per il titolare”.

Sulla Nazionale: “Ho iniziato presto a giocare con l’Italia, purtroppo ho sempre avuto grandi portieri davanti come Toldo, Buffon e Peruzzi. Ho spesso fatto il terzo portiere, poi ho preferito concentrarmi solo sul Milan”.

Sui tifosi: “Ho un ottimo rapporto con la Curva, mi sono sempre stati vicini. Sono sempre lì a incitare la squadra, soprattutto l’anno scorso che ci sono stati sempre vicino”.

Sulla famiglia: “Mi è sempre stata vicina, soprattutto mia moglie. Io cerco di non portare mai il lavoro a casa, a parte forse lo scorso anno che è stata una delle stagioni più brutte da quando sono al Milan”.

Sull’effetto Mancini: “Siamo carichi, vogliamo ripetere la gara contro la Samp, dove non abbiamo vinto, ma abbiamo fatto un’ottima gara. Siamo sulla strada giusta, il mister ci sta dando la giusta mentalità”.

Sulla squadra: “Vedo la squadra tranquilla è concentrata sul lavoro. Poi domenica sera un po’ di emozione e tensione ci sarà certamente. Però ci stiamo allenando bene”.

Su chi puntare domenica: “Gli attaccanti saranno fondamentali, spero che El Shaarawy possa essere decisivo. Poi va bene chiunque, basta che qualcuno faccia gol, anche Diego Lopez…”.

Sul futuro: “Non ho ancora pensato a cosa fare, vediamo a fine stagione cosa fare”.

(Fonte: MilanNews.it)


SHARE