SHARE

f133bf7d20cdc6ea0395d404a84ee685_89393_immagine_ts673_400

La stracittadina milanese si avvicina a grandi passi, e a Milanello l’attenzione di squadra e staff è tutta rivolta alla sfida di San Siro ai rivali dell’Inter. Ma anche il mercato incombe e nelle segrete stanze di Casa Milan in Via Aldo Rossi l’attenzione è rivolta anche, e soprattutto, alla finestra invernale  di trasferimenti. E qualcosa comincia già a muoversi, soprattutto in uscita. Alcuni intermediari che lavorano a stretto contatto con la Major League Soccer infattu hanno ricevuto il mandato di trattare con Michael Essien il suo sbarco nel campionato degli Stati Uniti già nel corso della finestra invernale. Il Milan, che percepisce al ghanese uno stipendio da 3 milioni di euro fino al prossimo 30 giugno, non si opporrebbe alla cessione dell’ex Chelsea e sarebbe anche disposto a cedere gratuitamente il suo cartellino. E cominciano già ad emergere anche i nomi delle tre squadre che sarebbero interessate al centrocampista; si tratta dei Colombus Crew, dei Portland Timbers e del Toronto FC. Non è però detto che il trasferimento vada in porto visto che il giocatore, fin dall’estate, ha posto come condizione quella di poter scegliere lui la sua eventuale nuova destinazione.

Un’idea che stuzzica invece la fantasia di Adriano Galliani, e al vaglio delle società coinvolte, è quella di uno scambio tra Giampaolo Pazzini e Alessandro Matri, rispettivamente in rossonero e (in prestito proprio dal Milan) al Genoa. Per Pazzini sarebbe uno scenario clamoroso, visti i trascorsi importanti alla Sampdoria, dall’altra parte di Genova. Per ora le due società lavorano sotto traccia e smentiscono ogni contatto in merito a questa trattativa, ma nelle prossime settimane potrebbero esserci novità. In entrata invece secondo indiscrezioni provenienti dall’Argentina, il terzino del River Plate, Vangioni, starebbe facendo pressioni per andare via a gennaio e in molti pensano che dietro ci sia il Milan.

SHARE