SHARE

Sammer

L’ex Pallone d’Oro Matthias Sammer rischiò di morire. E’ lui stesso a rivelarlo al quotidiano tedesco Die Zeit, parlando del terribile periodò vissuto 17 anni fa.

Nel 1997 infatti Sammer fu operato al ginocchio in una clinica di Berlino, nella quale però contrasse uno Staphylococcus aureus resistente alla meticillina. La situazione si rivelò subito drammatica, come spiegato dallo stesso Sammer: I dottori diedero poche speranze a mia moglie, preparandola al peggio. Solo molto più tardi lei me lo ha rivelato. Tutte le alternative erano grigie e che tutto tornasse come prima era una possibilità remota. Poi, quando si stavano perdendo le speranze, l’ultimo antibiotico mi salvò la vita.”.

Sammer, che ora fa il Ds nel Bayern Monaco con ottimi risultati, all’epoca della malattia militava nel Borussia Dortmund (prima ancora aveva giocato all’Inter per una stagione) e fu tra i trascinatori della Germania agli Europei 1996 vinti proprio dai teutonici. Ovviamente, però, la situazione non tornò mai totalmente alla normalità e Sammer fu costretto in fretta e furia ad abbandonare il calcio. C’è qualche rimpianto ma a Sammer, tutto sommato, va bene così: Avrei potuto continuare per altri 4-5 anni. Adesso non posso correre con i miei figli. Ma la quotidianità con la mia famiglia e una vita nel mondo del calcio rappresentano la mia bussola e mi fanno felice”.

 

Claudio Agave 

SHARE