SHARE

Esultanza Pogba

La Juventus sbanca l’Olimpico di Roma con un rotondo 3-0: dopo un avvio di gran carriera la Lazio è stata domata da un grandissimo Pogba (doppietta e una traversa che grida vendetta) e dal solito Tevez. La squadra di Allegri è in grandissima salute e si proietta al meglio verso la partita contro il Malmoe, nella quale recupererà anche qualche uomo. 

Nella serata dell’Olimpico va sicuramente sottolineata la gran partenza della Lazio: nel primo quarto d’ora gli uomini di Pioli hanno applicato un pressing asfissiante, rendendo pressoché impossibile la costruzione di qualsivoglia tipo di manovra, mandando in grandissima difficoltà i palleggiatori della squadra di Massimiliano Allegri. Col passare dei minuti, gioco-forza, i biancocelesti perdono lucidità ed inizia lo show di quel “coso” (come da definizione del presidente della Lazio) di 21 anni chiamato Paul Pogba. Minuto numero 24, calcio di punizione per la Lazio: tre tocchi e in porta, Pirlo per Tevez, Tevez per Pogba che stoppa, resiste alla carica di De Vrij e batte Marchetti con un destro di chirurgica precisione. Pochi minuti dopo continua lo show del francese: destro a giro che si infrange sull’incrocio dei pali, un tiro che in casa Juventus non si vedeva dai tempi del miglior Del Piero.

Nel secondo tempo i biancocelesti cercano la reazione, ma è ancora la squadra di Allegri a colpire su una ripartenza: dopo 10 minuti dall’inizio della ripresa gran break di Marchisio che manda fuori tempo Cana e serve Tevez, il quale dal limite dell’area deposita alle spalle di un’incolpevole Marchetti per il raddoppio. La Lazio subisce psicologicamente il colpo del raddoppio e capitola definitivamente ancora sotto i colpi di Pogba: assist di un Pereyra molto positivo e gol da trequartista vero del francese. Nel finale c’è spazio anche per qualche brivido dopo l’espulsione di Padoin per doppia ammonizione, che apre le porte della prima squadra al giovanissimo Mattiello, che si presenta alla grande dopo l’esordio contro il Parma scaldando i guantoni a Marchetti con un bel sinistro. Al netto di un Buffon rivedibile sulle due punizioni di Candreva (uniche occasioni della Lazio), buona prestazione della Juventus che porta a casa tre punti senza grandi affanni e si proietta verso il decisivo match di Champions League di mercoledì in Svezia.

MARCATORI 24′ 64′ Pogba, 55′ Tevez (JUV)

LAZIO (4-3-3) Marchetti; Braafheid, Cana, De Vrij, Basta; Lulic, Biglia, Parolo; Keita (57′ Anderson), Klose (57′ Djordjevic), Candreva. All. Pioli.

JUVENTUS (4-3-1-2) Buffon; Padoin, Chiellini, Bonucci, Lichtsteiner; Marchisio, Pirlo (77′ Vidal), Pogba; Pereyra (72′ Mattiello); Tevez, Llorente (61′ Morata). All. Allegri.

AMMONITI 36′ 70′ Padoin, 52′ Lichtsteiner, 67′ Bonucci (JUV), 49′ Basta, 74′ Lulic (LAZ)

ESPULSI 70′ Padoin (JUV)

24′, stop e tiro di Pogba che fredda Marchetti

55′, gol di Tevez, servito da Marchisio

64′, Personale doppietta per Paul Pogba

SHARE