SHARE

inter

Un gol per tempo di Menez e Obi decidono il derby di Milano che termina 1-1. Dopo un buon inizio dei nerazzurri, è proprio il fantasista francese a rompere l’equilibrio con un bellissimo piatto al volo. Dopo aver subito il colpo, l’Inter riesce a riorganizzarsi fino alla rete del pareggio di Obi dopo un quarto d’ora dall’inizio della ripresa. Nel secondo tempo le due squadre colpiscono entrambe una traversa con El Shaarawy da una parte e Icardi dall’altra. Nel finale le squadre pagano molto la stanchezza di un match molto teso per tutti i 90 minuti, finisce davanti il Milan che però non riesce a trovare la rete del vantaggio.

MENEZ APRE IL DERBY – Fin dalle primissime battute la partita è caratterizzata da un ritmo particolarmente elevato, il Milan da una parte e l’Inter  dall’altra attaccano a testa alta a cercare un varco nelle difesa avversarie. La prima occasione del derby è in favore dei nerazzurri, al 7’ Icardi intercetta uno sciagurato passaggio in orizzontale di Muntari e si lancia tutto solo davanti a Diego Lopez, è bravissimo lo spagnolo è restare fermo fino all’ultimo momento e con la punta del tacco del piede salva la conclusione del bomber argentino. Quando l’Inter sembrava iniziare a prendere campo sui rossoneri, al 23’ il Milan passa in vantaggio: ripartenza fulminea sull’out di sinistra finalizzata da El Shaarawy che di prima la mette al centro per Menez che un tocco al volo di piatto la piazza sul palo lungo alle spalle di Handanovic.

SALE IL MILAN, TIENE L’INTER – Dopo la rete del fantasista francese, cambia l’inerzia del match, soprattutto nei minuti immediatamente successivi al gol con l’Inter evidentemente frastornata dal gol subito al primo vero tiro in porta. Nel finale di tempo aumenta il numero degli scontri fisici in mezzo al campo, ne risente la fluidità delle azioni di gioco che si abbassa notevolmente rispetto ai minuti iniziali.
La ripresa parte subito con due occasioni da una parte e dall’altra, prima è Bonaventura ad affondare sulla destra e a trovare una conclusione che, deviata da Ranocchia, prende un giro stranissimo che quasi beffava Handanovic. I nerazzurri rispondono con azione da corner, mucchio selvaggio al centro ma dopo una serie di batti e ribatti, Icardi scaraventa la palla in tribuna.

IL PARI DI OBI, LE TRAVERSE DI ELSHA E ICARDI – Al 61’ l’Inter trova il pareggio: cross dalla destra di un ottimo Nagatomo respinto dalla difesa rossonera, la palla arriva al limite dalle parte di Obi che controlla e con una staffilata di sinistro batte Diego Lopez. Al 72’ decidono di cambiare sia Mancini che Inzaghi, fuori Obi per Hernanes e Honda al posto di Torres. Al 75’ occasione clamorosa sciupata da El Shaarawy, lanciato in verticale tutto solo davanti a Handanovic alza troppo il pallone che scheggia la traversa e vola in tribuna. Passano pochi minuti e ancora una traversa questa volta per i nerazzurri, ottima combinazione di Nagatomo e Guarin, girata al volo di Icardi che sfiora l’incrocio dei pali e va sul fondo. Entrambe le squadre finiscono stremate, sembra averne di più il Milan ma il forcing finale non produrrà la rete del vantaggio. Pari giusto al Meazza, in un match poco spettacolare ma molto tirato fino alle battute finali.

IL TABELLINO

Milan-Inter 1-0 (23’ Menez (M), 61’ Obi (I))

MILAN (4-2-3-1): Diego Lopez; Rami, Zapata, Mexes, De Sciglio; Essien, Muntari (dal 76’) Poli; Bonaventura, Menez, El Shaarawy; Torres (Honda). Allenatore: Inzaghi.

INTER (4-3-1-2): Handanovic; Nagatomo, Ranocchia, Juan Jesus, Dodò; Guarin, Kuzmanovic, Obi (dal 72’) Hernanes; Kovacic; Icardi (dal 89’) Osvaldo , Palacio. Allenatore: Mancini.

AMMONITI: Obi (I), Mexes (M), Rami (M), Bonaventura (M), Juan Jesus (I),

Il vantaggio di Menez

Il pari di Obi

 

SHARE