SHARE

Massimino

Per tornare grandi bisogna riconquistare i tre punti, e così Catania-Latina è un’occasione perfetta per i padroni di casa in ambito playoff: dopo una partenza a scatto ritardato, la squadra di Sannino deve assolutamente trovare una vittoria per far si che il distacco dalle altre concorrenti s’intensifichi. L’ex tecnico del Siena si affida ad Emanuele Calaiò, che ritorna in campo, mentre Breda prova a dare seguito alla vittoria contro il Lanciano confermando la coppia d’attacco Petagna-Pettinari.

Pronti via e grandissima occasione per il Latina: Valiani supera Frison ma sulla linea è Rolin ad annullare la gioia nerazzurra. Subito dopo Pettinari ci prova di testa, senza fortuna. Il Catania si fa vedere per la prima volta al 10′ e non potrebbe farlo in maniera migliore: Calaiò s’inventa una punizione bellissima e batte Farelli per l’1-0 che fa felice il Massimino. Il Latina prova subito a reagire e lo fa con Viviani, che con un missile di destro sfiora il palo. Ancora Viviani ci prova su punizione ma Frison dice no respingendo la sfera a pieni pugni. Il centrocampista di proprietà della Roma si rivela un fattore della gara: pericolosissimo ancora una volta con dribbling e sinistro, palla però sul fondo. Dall’altra parte il Catania torna a farsi vedere in contropiede, con Rosina (imbeccato da un tacco magico di Calaiò) che spreca la chance del possibile raddoppio. Poco dopo è Almiron a cercare la seconda rete, con una conclusione imprecisa. A fine frazione ci prova ancora Viviani per il Latina, con un sinistro senza successo. Il primo tempo di Catania-Latina si chiude così con il vantaggio dei padroni di casa, forse immeritato per via delle tante opportunità sprecate dagli ospiti, trascinati da un Viviani ispirato ma non preciso.

Ripresa che vede ancora un Latina arrembante in fase d’attacco, ma è il Catania ad avere un’occasione importantissima al 54′: Escalante va praticamente a botta sicura ma Farelli con un grande intervento con i piedi gli nega la gioia del gol. Al 60′ è Rossi a cercare la via del gol, ma la sfera termina ancora una volta a lato. Il Catania continua a soffrire la voglia di proporsi degli ospiti, difendendosi però in maniera dignitosa. Breda prova a cambiare qualcosa davanti inserendo l’esperto Sforzini al posto del giovane Petagna. Almiron prova il break con un tiro da fuori, sul quale Farelli si dimostra attento. Breda si gioca anche la carta Doudou, al posto di Pettinari, mentre Sannino dà fiato ad Almiron inserendo Calello. La gara s’innervosisce parecchio e il Latina si riversa tutto in avanti alla caccia del pari, che però non arriva (unica occasione del finale un colpo di testa di Sforzini parato agevolmente da Frison): Catania-Latina finisce 1-0, con gli etnei che tornano a sorridere e riducono il distacco dalla zona play-off a -3 vincendo una gara soffertissima contro un Latina sconfitto ma vivo.

 

 

 

TABELLINO

FORMAZIONI
CATANIA (4-3-1-2): Frison; Sauro, Rolin, Capuano, Monzon; Escalante, Almiron (78′ Calello), Rinaudo; Rosina; Leto (85′ Cani), Calaiò. All. Sannino

LATINA (3-5-2): Farelli; Brosco, Cottafava, Dellafiore; Valiani, Crimi, Viviani, Bruno, Rossi (65′ Almici); Pettinari (75′ Doudou), Petagna (70′ Sforzini). All. Breda

AMMONITI: Almiron, Capuano, Calaiò, Escalante (C) – Dellafiore, Doudou (L)

MARCATORI: 10′ Calaiò (C)

ARBITRO: Roca

 

Claudio Agave

SHARE