SHARE

Soccer: Serie A; Torino-Sassuolo

Una maledizione. Il Torino di Gianpiero Ventura non trova pace e continua a fallire calci di rigore in serie; l’ultimo, quello nella partita di ieri contro il Sassuolo, è stato il quinto tiro dal dischetto sbagliato consecutivamente. Da non dormirci la notte. Ad inaugurare il triste primato era stato Ciro Immobile lo scorso anno che si era visto respingere un rigore da Consigli (sempre lui) in un Torino-Atalanta; quello era stato l’unico a risultare poi ininfluente sul risultato finale (1-0 per i granata). I successivi quattro invece hanno pesato, e non poco, in termini di punti; tristemente famoso quello fallito da Alessio Cerci allo scadere dell’ultima giornata di campionato a Firenze, che sarebbe valso il sorpasso ai danni del Parma e quindi un posto certo in Europa League (i problemi del Parma sono emersi soltanto più avanti, garantendo comunque al Toro la possibilità di giocare in Europa). Le lacrime del giocatore e la delusione dei tifosi furono tremende e negarono (sul campo) un traguardo storico.

Chi pensava che il conto con la fortuna fosse stato abbondantemente saldato, si sbagliava di grosso, visto che in questa stagione sta andando anche peggio. Tre calci di rigore, tre errori e tutti con giocatori diversi: Larrondo, El Kaddouri, Sanchez Mino. Prima Handanovic, poi Rafael, infine Consigli; dal dischetto il Torino non riesce più a fare centro, almeno in serie A. Perchè, per uno strano gioco del destino, in Europa League lo score e la media sono infallibili: 3 su 3. Realizzati rispettivamente da Larrondo, El Kaddouri e Quagliarella. Ecco, Quagliarella, il rigorista designato da Ventura che ieri ha deciso in extremis di lasciare l’incombenza a Sanchez Mino. Risultato? Ennesimi punti persi e altra sconfitta beffa, come quella arrivata poi nella gara interna con il Verona; contro l’Inter invece, l’errore non era costato il ko.

Ventura non sa più cosa inventarsi per interrompere la striscia negativa, anche se un ripasso del fondamentale e una gerarchia ben definita, potrebbero essere la soluzione giusta. Per non buttare via altri punti e scacciare la maledizione.

SHARE