SHARE

StingTripleH

Dalle parole ai fatti: la scorsa notte la WWE ha portato sugli schermi il PPV Survivor Series, uno dei “big four” della Federazione. Andiamo dunque a vedere quanto accaduto con il report di Preshow e PPV vero e proprio. Le sorprese non sono assolutamente mancate, in pieno stile WWE.

 

PRESHOW

– Fandango batte Justin Gabriel, via pin. Il ballerino della WWE ritorna con un nuovo ring attire, una nuova theme song e una nuova compagna di ballo (Rosa Mendes), chiudendo un match dominato con un flying legdrop dal paletto.

– Ritorna anche Bad News Barrett: l’ex leader del Nexus afferma, al solito, che ci sono brutte notizie parlando del match tra il Team Authority e il Team Cena. L’unica buona notizia, afferma Barrett, è che a prescindere sarà lui a dominare la WWE in futuro.

Cesaro entra nel ring e spiega che, pur essendo neutrale come lo è spesso stata la sua madrepatria Svizzera, dà il suo sostegno al Team Authority. A zittirlo è Jack Swagger che, pur restando fuori dal Team Cena per un infortunio, entra comunque in scena per sfidare Cesaro.

– Jack Swagger batte Cesaro, via submission. Cesaro è costretto a cedere alla Patriot Lock.

Il preshow si chiude con l’arrivo in limousine di Vince McMahon, pronto a salire sul ring!

 

PPV

Survivor Series si apre con un segmento tra Vince McMahon e i rappresentati principali dell’Authority, Triple H e Stephanie McMahon. Il Chairman della WWE chiama sul ring John Cena e comunica quanto segue: se il Team Authority perderà, starà a Cena decidere se potrà tornare al potere. Vince fa infuriare la Power Couple e Cena, parafrasandone la theme song, spiega ai due che per quanto gli riguarda se vincerà sarà “no chance in hell” di rivederli al comando.

– WWE Tag Team Championship fatal four way match: The Miz & Damien Mizdow battono Goldust & Stardust, Usos e Los Matadores via pin, conquistando così i titoli di coppia. Nell’ultima fase del match Midzow, protagonista di un comedy match eccelso, ruba il tag al compagno schienando Goldust. The Miz si appropria di entrambe le cinture festeggiando e venendo, al solito, emulato dal suo imitatore personale.

– Natalya, Naomi, Emma e Alicia Fox battono Paige, Cameron, Summer Rae e Layla, via pin. Lo schienamento lo effettua Naomi su Paige, che festeggia così con le altre compagne di squadra, tutte ancora in gioco. 4-0 dunque il passivo per le sconfitte.

– Bray Wyatt batte Dean Ambrose, via dq. In un momento di controllo del match, Wyatt si impadronisce del microfono spiegando ad Ambrose che avrebbero potuto dominare il mondo insieme. Poi gli passa una sedia pregandogli di colpirlo. Ambrose esegue senza troppe remore facendo scattare la squalifica e continuando a malmenare il suo avversario anche nel post match. Nel corso del PPV viene poi annunciato il rematch tra i due a TLC, proprio in un TLC match.

– Adam Rose e il coniglio battono gli Slater Gator, via pin. Ad effettuare lo schienamento vincente ci pensa proprio il coniglio, che viene portato in festa dalla cricca di Rose, ammutolito e sorpreso a centro ring.

Mini intervista via satellite a Roman Reigns. L’ex Shield afferma che sta recuperando bene dal suo infortunio e che quando tornerà dominerà la scena.

– WWE Divas Championship match: Nikki Bella batte AJ Lee via pin e vince il titolo. Ad inizio match clamorosa distrazione di Brie Bella che bacia AJ e consente alla sorella di prendere subito un vantaggio per poi schienare la campionessa con il Rack Attack.

– Il Team Cena batte il Team Authority, via pin. L’Authority così perde il potere sulla WWE. Ma andiamo con ordine: il primo eliminato del match è Mark Henry, che subisce il KO Punch di Big Show. Successivamente Ryback viene schienato con la combo Curp Stomp-Superkick firmata Rollins-Rusev. Lo stesso Rusev viene poi eliminato per count out dopo uno splash fallito su Ziggler che lo porta a schiantarsi contro il tavolo dei commentatori spagnoli, distruggendolo. Situazione di parità ristabilità dall’eliminazione di Rowan da parte del suo amico Harper. Da questo momento in poi accade l’incredibile: Big Show tradisce il Team Cena colpendo proprio Cena con il KO Punch e allontanandosi dal ring, non prima di stringere la mano a Triple H. Big Show viene così contato fuori fino al 10 e, nel contempo, Cena viene schienato da Rollins! Situazione dunque di tre contro uno. Con una grande prestazione Ziggler riesce ad eliminare con furbizia sia Kane che Luke Harper, restando solo contro Seth Rollins. Rollins le prova tutte ma non riesce ad eliminare il platinato lottatore, che anzi quasi lo schiena, se non fosse per l’intervento di Triple H che mette ko l’arbitro per non perdere il match. Triple H sale così sul ring e infligge un Pedigree a Ziggler, chiamando poi l’arbitro “corrotto” Scott Armstrong per il conteggio…MA APPARE STING, CHE COSI’ FA FINALMENTE IL SUO ESORDIO IN WWE! Pubblico in visibilio! Sting mette ko l’arbitro, poi va faccia a faccia contro Triple H: il CEO prova a colpirlo, fallendo, e Sting ne approfitta per metterlo KO con lo Scorpion Death Drop! Sting posiziona così Ziggler su Rollins permettendogli di schienarlo, facendo così vincere il Team Cena per la disperazione di Triple H e Stephanie McMahon.

 

Si chiude così un PPV che, nonostante non sia stato un grandissimo spettacolo, ha offerto ottimi momenti di entertainment, oltre ovviamente ad un avvenimento storico: Survivor Series 2014 sarà per sempre ricordato come il PPV dell’esordio di Sting in WWE.

 

Claudio Agave 

SHARE