SHARE

Keita

Nella fredda Russia invernale la Roma cerca il pass per una qualificazione agli Ottavi di Champions League che ad inizio competizione appariva come mera utopia. CSKA Mosca-Roma è invece l’occasione d’oro per i giallorossi per agguantare un risultato insperato. C’è da superare però l’ostacolo dei russi, che in virtù della vittoria in casa del City hanno tutto il diritto di lottare e credere nello stesso obiettivo. Garcia è in piena emergenza sulla corsia destra, e propone in quella zona di campo l’adattato Florenzi. In avanti importantissima chance da titolare per Adem Ljajic, che vuole confermare il suo straordinario momento di forma. Tornano titolari Totti e Gervinho.

Inizio di gara con ritmi molto blandi per entrambe le squadre, che hanno bisogno di entrare in confidenza con terreno e clima di gioco. Man mano che i minuti passano è la squadra di casa a prendere per mano le redini del match: al quarto d’ora buona occasione per Doumbia, a cui arriva la palla dopo un rinvio errato di De Sanctis, Manolas però ci mette una pezza. In seguito è Dzagoev a provarci da fuori, non trovando la porta. La Roma tiene il freno a mano ancora tirato e, nonostante un tentativo di Nainggolan poco preciso, non riesce ancora a trovare un equilibrio offensivo. La partita però si gioca soprattutto a centrocampo: le occasioni di certo non fioccano, sono tanti gli errori dovuti all’importanza della posta in palio. La Roma cerca qualche affondo ma la difesa russa è piuttosto attenta e non si lascia sorprendere. Al 37′ però i giallorossi trovano un varco: Nainggolan serve la freccia Florenzi che prova la conclusione: sfera a lato non di molto e Roma vicina al gol pur senza strafare. Anche i padroni di casa non stanno a guardare e costruiscono una grossissima opportunità con Doumbia, stoppato però da un attento De Sanctis. La neve riprende a cadere e può essere un fattore, ma tutto passa in secondo piano quando si accende la luce di Francesco Totti: il Capitano scarica un bolide di inaudita potenza su calcio di punizione e riscalda il cuore dei tifosi giallorossi con una giocata che scioglie la neve moscovita. 0-1 per la squadra di Garcia che chiude, dunque, il primo tempo in vantaggio dopo aver rischiato anche di raddoppiare (Akinfeev su Florenzi). La qualificazione adesso è più vicina.

Seconda frazione di CSKA Mosca-Roma si apre con una conclusione di Eremenko non troppo convincente. Nessuno dei due allenatori ha modificato gli schieramenti iniziali ma pare evidente che, per coltivare ancora speranze di qualificazione, il CSKA debba attaccare con veemenza. La Roma cerca, ovviamente, di tenere bene il campo per quanto possibile. Spavento per la Roma al 69′: avversari in gol con Fernandes ma Brych annulla per fuorigioco. Padroni di casa che insistono: Musa va alla conclusione e trova la parata di De Sanctis in corner. La Roma mette fuori il muso appena possibile, non riuscendo però a concretizzare una qualsiasi azione da rete. Garcia prova a variare portando in panchina Gervinho e proponendo Iturbe, oltre che cambiando Nainggolan con Strootman, mentre Slutski si affida a Tosic togliendo un pur positivo Musa. Nei minuti finali pressione copiosa dei russi. La Roma sembra difendersi bene ma proprio ad un passo dal fischio finale il CSKA Mosca trova il pari con Berezutski, vanificando tutti gli sforzi fino a quel momento profusi. CSKA Mosca-Roma termina così 1-1 e la Roma getta il primo match point qualificazione. Ora dipende tutto dall’ultima gara: se i giallorossi riusciranno a battere i Campioni d’Inghilterra del City (impegnato stasera in casa contro il Bayern Monaco), allora gli Ottavi di Finale non saranno più solo un sogno

TABELLINO

FORMAZIONI
CSKA MOSCA (4-1-4-1): Akinfeev; Mario Fernandes, Berezutski, Ignashevich, Schennikov; Natcho; Cauna (67′ Milanov), Eremenko, Dzagoev, Musa; Doumbia. All. Slutski

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Florenzi, Manolas, Astori, Holebas; Keita, De Rossi, Nainggolan (84′ Strootman); Gervinho (79′ Iturbe), Totti, Ljajic (88′ Pjanic). All. Garcia

AMMONITI: Dzagoev, Berezutski, Schennikov (M)

MARCATORI: 43′ Totti (R), 93′ Berezutski (M)

ARBITRO: Brych (GER)

La rete di Totti:

Il pareggio di Berezutski:

 

Claudio Agave 

SHARE