SHARE

cska-roma

Le pagelle della sfida di Champions League Cska-Roma, valevole per il 5° turno della fase a gironi della Champions League 2014/15. in programma all’Arena Khimki a cura della redazione di MaiDireCalcio.

PAGELLE CSKA-ROMA

CSKA MOSCA

Akinfeev: Non proprio reattivo sulla punizione di Totti, si riscatta subito dopo con una devizione su tiro al volo di Nainggolan, alla lunga da sicurezza al reparto. Voto 6

Fernandes: Serata dai tanti disagi, tra Gervinho e Ljajic non mancano sollecitazioni sugli esterni, non offre molta resistenza in tal senso. Voto 5

Berezutskiy: Troppo irruento nel pressing sul portatore di palla, alle volte pecca nella tempistica nel cercare l’anticipo. Un voto in più per il tiro cross che crocifigge la Roma. Voto 6,5

Ignashevich: Partita diligente per lui, cerca spesso e volentieri di dettare il gioco dei suoi, da rivedere qualcosa dietro, per il resto ok. Voto 6

Shchennikov: Soffre per buona parte del primo tempo, cresce alla distanza come tutto il Cska con l’abbassarsi della Roma. Voto 6

Natcho: Nella prima frazione soffre la maggior vena degli uomini di Garcia, le linee della Roma sono folte e lui ci rimane intrappolato. Voto 5,5

Cauna: A centrocampo è nella morsa dei centrali giallorossi, balla tutto il primo tempo, nel secondo sostituito. Voto 5(63′, Milanov: Rileva un incolore Cauna, da maggior velocità e imprevedibilità alla manovra dei russi. Voto 6,5)

Dzagoev: Da regista aggiunto in una partita alquanto anonima, non brilla di luce propria nel freddo russo, più delegato a contenere che a spingere, si risveglia nel finale di partita. Voto 6,5

Musa: La cinta muraria romanista non è roba da poco, lui ci prova pressando i portatori di palla, il risultato non gli da ragione. Voto 5,5 (81′, Tosic: Buono il suo apporto nei dieci minuti finali di partita, da rivedere dall’inizio. Voto 6)

Eremenko: Invisibile per buona parte del match, nel finale maggiormente attivo, non riesce però a lasciare il segno. Voto 5

Doumbia: Chiamato a mille sacrifici, pressa e prova a far salire i suoi. Nel primo tempo spreca una bella ripartenza. Voto 5,5

ROMA

De Sanctis: Sicuro nel primo tempo del match, gestisce abbastanza bene gli attacchi del Cska con Doumbia in testa. Nel finale si addormenta nell’ultima azione del game. Voto 5

Florenzi: Da esterno si fa valere, buona la propulsione lunga la laterale, qualche indecisione di troppo nel difendere. Voto 6

Manolas: Partita di spessore del greco, bravo nel riparare in difesa sugli attacchi russi, salva un paio di occasioni importanti. Voto 6

Astori: Ripescato da Garcia a fronte dell’infortunio di Yanga Mbiwa, si dimostra essere il solito “cane da guardia” già visto a Cagliari. Voto 6

Holebas: L’acquisto meno sponsorizzato del mercato ma uno dei più importanti ad ora, sostanziale per il turnover della squadra. Voto 5,5

Nainggolan: In mezzo al campo lui come nessun altro, è un martello di forza e sostanza, unica pecca sbaglia un gol fatto davanti ad Akinfeev. Voto 6,5 (82′ Strootman: Minutaggio nel finale per lui. Voto sv)

De Rossi: Più insicuro e trabellante del solito, il “generale inverno” lo blocca non poco. Stakanovista sulle gambe.  Voto 5,5

Keita: Copilota inisieme a De Rossi del centrocampo giallorosso, sopperisce alla poca velocità con esperienza e visione di gioco. Voto 6

Ljajic: Stato di forma decisamente positivo, danza sul pallone ma non riesce ad essere incisivo come nelle ultime uscite, marchiano l’errore nel finale di partita che esalta Akinfeev. Voto 5,5 (87′, Pjanic: Qualche minuto e niente di più. Voto sv)

Totti: E’ come il diamante: per sempre. Illumina il gioco nel primo tempo, nel secondo si spegne con l’andare dei minuti. Voto 7

Gervinho: Scatta e va. Una spina nel fianco della difesa russa, i suoi strappi sono importanti, magari fosse più cattivo, allora sarebbero veramente problemi per tutti. Voto 6,5 (77′, Iturbe: Finale di partita per lui. Ottimo l’assist nel finale sprecato da Ljajic. Voto 6,5)

Stefano Mastini