SHARE

mbakogu

Pazza, pazza Serie B. Anche quest’anno, sorprese ed emozioni a bizzeffe. La noia in cadetteria non manca mai e in questa stagione, scrutando la parte alta della classifica, si possono notare due squadre nelle prime posizioni assolutamente inattese. Almeno sulla carta.

Carpi e Frosinone si propongono come due belle realtà del nostro calcio. Piccola provincia di Modena, Carpi sogna grazie all’esperienza del suo tecnico Castori, capace di plasmare e allenare un buon collettivo infondendo la giusta mentalità, e alla freschezza di bomber Mbakogu, che ormai ha il mirino in testa di molti grandissimi club europei. Roberto Stellone ha invece sposato da tempo il progetto di un Frosinone che, a conti fatti, possiede il miglior attacco della Serie B: Curiale, Ciofani e Dionisi stanno facendo faville e almeno uno dei tre (se non due o tutti) è capace di segnare quantomeno una rete a partita. Statistica impressionante. E se si pensa che il resto della squadra appare altrettanto solido, si può perfettamente comprendere che i ciociari non saranno solo una sorpresa della prima metà di stagione.

Sabato le due squadre si affronteranno al Cabassi, nel momento della verità. C’è un solo punto a dividerle. E’ la gara che può segnare la svolta. Perché il treno passa una sola volta, e arrivare in ritardo alla stazione può essere fatale. Due piccoli, grandi sognatrici poste di fronte alla cruda realtà: almeno nel prossimo weekend, ne resterà una sola. E la vetta della Serie B è lì, che aspetta.

 

Claudio Agave 

SHARE