SHARE

mancini

Questa sera l’Inter è impegnato in Europa League contro il Dnipro, una partita probabilmente decisiva nel gruppo F per il passaggio del turno. Poteva essere l’esordio di Roberto Mancini in una partita casalinga ma purtroppo l’allenatore, oggi 50enne, non potrà sedersi sulla nuova panchina perché costretto a scontare un turno di squalifica rimediato lo scorso anno sulla panchina del Galatasaray.

Lo stesso Mancini in conferenza stampa ha dichiarato “Non sapevo di essere squalificato, l’ho scoperto tre giorni fa. Il motivo? La squadra, il Galatasaray, rientrò in ritardo per il secondo tempo contro il Chelsea e la sanzione colpisce il tecnico”.

Sembra un problema di poco conto ma in casa nerazzurra manca ancora un vice allenatore che dovrebbe e potrebbe sostituire il Mancio. Orsi e Adani hanno rifiutato la proposta del club e sono ancora in fase preliminare le trattative con i possibili candidati che sono Alberto Bollini, responsabile del settore giovanile della Lazio, David Platt e Vincent Candela. Questa sera quindi mancano allenatore e vice e l’unica strada percorribile sembra quella di ricorrere a due collaboratori del nuovo allenatore, Salsano e Nuciari, già compagni di Mancini alla Sampdoria, oppure affidarsi al tecnico del settore giovanile, ma potrebbero esserci in quel caso problemi con i patentini.

Nel frattempo Roberto Mancini rimanda il debutto casalingo al 7 dicembre quando l’Inter sarà impegnata con l’Udinese dell’ex Stramaccioni.

SHARE