SHARE

di natale

Antonio Di Natale ha nel mirino Roberto Baggio. Dopo aver tagliato il traguardo dei 200 gol in Serie A, l’attaccante napoletano ha dichiarato all’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport” di voler raggiungere ora il Divin Codino a quota 205 marcature nel massimo campionato italiano.

ROBY, ARRIVO – Di Natale ha detto: “Il mio obiettivo nell’immediato è raggiungere e superare una leggenda del calcio come Baggio, l’ho incontrato a Coverciano dicendogli che mi piacerebbe fare una grande festa assieme. Domenica c’è il Milan, loro devono vincere per la corsa Champions ma anche l’Udinese ha bisogno dei 3 punti. Partiamo alla pari, se poi dovessimo cominciare bene li metteremmo in difficoltà. Dopo verrà l’Inter e con Mancini in panchina sarà dura, Roberto ha avuto un impatto positivo sui nerazzurri”.

LE PERLE – Di Natale passa ai raggi-x i suoi 200 gol: “Non penso di segnare soprattutto in casa, anche in trasferta ho fatto parecchie reti. Le più belle sono quelle a Chievo, Reggina e Napoli, in pallonetto su De Sanctis. Le più importanti quelle alla Lazio che portarono l’Udinese ai preliminari di Champions League. La più prestigiosa invece è avvenuta in Italia-Spagna ad Euro 2012 contro Casillas, mi vendicai del rigore sbagliato nel 2008″.

CARO ZEMAN – Cosa farà Di Natale da grande? “Intanto penso a dare tutto per l’Udinese nei prossimi 6 mesi, poi c’è un accordo per andare avanti e sarebbe bello giocare nel nuovo stadio, ma è presto per parlarne. Mi piacerebbe diventare allenatore dei friulani in futuro, con me giocheremmo col 4-3-3 alla Zeman. Confesso che avrei voluto essere allenato dal boemo in carriera. Nazionale? Non è strano mancare dalle convocazioni già da un pò, occorre fare spazio ai giovani. Mi piace molto Okaka, ricorda Vieri”.

SHARE