SHARE

dybala

Nella settimana appena trascorsa si era vociferato della possibilità di vedere Paulo Dybala, autore di un grandissimo avvio di campionato, in azzurro sotto la gestione di Antonio Conte. Il giocatore, dal canto suo, non è convinto della possibilità, come confidato in un’intervista a Repubblica: “L’Italia ha una grande tradizione, ha vinto per quattro volte i Mondiali, ma io mi sento argentino: quando ero bambino sognavo di indossare la maglia dell’albiceleste. Polonia? Boniek ha detto che vuole solo gente che sa cantare l’inno, il polacco è troppo difficile…“.

Difficoltà nell’avvio della sua avventura siciliana: “Ho dovuto imparare una lingua nuova, non è stato facile ma la difficoltà maggior è stata un’altra: quando la gente mi vedeva pensava solo a quanto mi aveva pagato Zamparini. Non ero importante come ragazzo, ma per i tanti soldi spesi. Voglio dimostrare che Zamparini sapeva quello che stava facendo: al momento non penso ad un grande club ma solo a migliorarmi, anche se quello è il sogno di tutti“.

 

SHARE