SHARE

henry

Addio di Thierry Henry agli Stati Uniti, in particolare New York, i Red Bull non sono più la sua casa. Tra l’ex campione di Arsenal, Barcellona e Juventus e la formazione della “Grande Mela” è rescissione consensuale del contratto del giocatore. Quattro stagione per Henry oltreoceano, un risultati decisamente soddisfacenti, con le ultime due in cui è riuscito a finire in doppia cifra, senza contare poi il suo carisma all’interno del gruppo dei Red Bull come aveva dichiarato Mike Petke, allenatore dei Red Bulls “Non credo ci sarà mai un altro giocatore nella lega che avrà quello che Thierry ha, da tutti i punti di vista. Sono onorato di aver giocato con lui, di averlo allenato, di essere stato testimone ogni giorno dei suoi allenamenti, nei giorni belli e in quelli brutti. E qualsiasi decisione prenderà, avrà successo in qualsiasi cosa che farà”.

Fatale l’eliminazione contro il New England, in cui Henry è uscito dal campo decisamente amareggiato, coronamento di una stagione difficile, con molti compagni importanti infortunati, e lui uno dei pochi a cercare di farsi onore. Adesso il giocatore si è preso una pausa di riflessione per decidere al meglio cosa fare della propria carriera agonistica,

Stefano Mastini

SHARE