SHARE

IM_Bonaventura_Menez_Armero

Dopo 42 giorni il Milan di Pippo Inzaghi è tornato alla vittoria; i rossoneri infatti non coglievano i tre punti in Serie A dalla trasferta di Verona contro l’Hellas del 19 ottobre, nella quale si imposero per 3-1 sugli uomini di Mandorlini. Da quella giornata solo quattro pareggi e una sconfitta, contro il Palermo, che avevano fatto allontanare pericolosamente il Diavolo dalle zone europee della classifica. Ma la netta vittoria di ieri contro l’Udinese ha permesso al Milan di salire a 21 punti in classifica, a due lunghezze dalla terza posizione attualmente occupata dal Genoa, che sempre ieri ha battuto 3-0 in trasferta il Cesena. Grazie al successo contro la squadra di Stramaccioni, i rossoneri hanno staccato in classifica proprio i friulani e la Lazio, che sabato è incappata in un brutto pareggio con il Chievo, e ha tenuto a distanza la Fiorentina (4-0 a Cagliari). Ora il Milan però dovrà attendere il match di questa sera tra Sampdoria e Napoli, che hanno rispettivamente 21 e 22 punti in classifica, ma intanto essere tornati finalmente alla vittoria è certamente una cosa molto positiva e importante.

Una vittoria quella contro l’Udinese targata soprattutto Jeremy Menez, al quarto gol consecutivo nelle ultime tre gare, che sembra essere tornato decisivo come nelle prime giornate. Sebbene ieri mattina si fosse svegliato con 37.7 gradi di febbre, il francese è comunque sceso in campo con molta gioia di Pippo Inzaghi che in mattinata aveva già comunicato ad Adriano Galliani che avrebbe giocato Pazzini. Scelta sicuramente azzeccata visto il risultato; l’ex Roma e PSG è infatti stato tra i protagonista del match con due gol realizzati e altre ottime giocate che hanno ricordato le prime giornate di campionato, quando il francese è stato il grande trascinatore del Milan. E Menez a fine gara ha vestito anche i panni del leader trascinatore del Milan, ribadendo ancora un volta che l’obiettivo dei rossoneri è il terzo posto: “Obiettivo terzo posto? Lo diciamo da inizio anno ma dobbiamo lavorare bene, con serenità. Poi i risultati arriveranno”.

 

SHARE