SHARE

 

balotelli-liverpool

Il duopolio BalotelliBarcellona ha poco o nulla di cui spartirsi, benché meno dal presentare caratteristiche comuni, anzi, in questo caso non c’entra nulla il calciomercato e i movimenti degli agenti. L’associazione di idee alle volte è spontanea e può portare a prendere in considerazione, e valutare, la simultaneità delle notizie. Nel calcio in cui tutto è contrario di tutto, in cui persino la logica aristotelica viene meno. Una volta i dotti erano soliti prendersi in giro facendo ragionamenti “a caso” per insegnare alla gente come non si ragiona, come il sillogismo del salame di Montaigne “Il salame fa bere, il bere disseta, quindi il salame disseta”. Il tutto sembra decisamente un quadro roseo a fronte di quello che si può vedere e sentire in una giornata calcistica nostrana.

CASACCA BARCELLONA La nuova divisa da gioco del Barcellona, apparsa ieri in mattinata in terra spagnola, è rimbalzata tempo 0 in tutta la rete raccogliendo una quantità smodata di “messaggi in bottiglia” diametralmente opposti: dai sussurri non poco felici dei più “integralisti” a quelli compiacenti e consapevoli dei “giustificazionisti”. Toccare la maglietta di una delle squadre più importanti del Mondo non è roba di tutti giorni, per non parlare quando poi la si rischia di far assomigliare ad un Celtic versione caliente, degno di un vera e proprio corrida. Sicuramente lo slancio di marketing sarà vistoso e non è detto che possa essere un vero e proprio salto nel vuoto, comunque vada sarà solo questione di abituarsi, cosa cui le nostre retine stanno già facendo con la maglia “Lime” della Juventus targata sempre Nike 2013/14 di Champions League, o alla seconda della Roma. Insomma alla fine tutto quello che gira intorno ai mercati è un piatto appetito da tutte le grandi del calcio con Bayern Monaco, Real Madrid e inglesi in prima linea, noi si sa veniamo dietro a tutti, con molte delle nostre formazioni di Serie A e non che trovano delle difficoltà nel reperire sponsorizzazioni tecniche o principali.

BALOTELLI E IL VIZIO Se è vero che tutto è modificabile e che niente o quasi è immutabile nel calcio, o presunto tale, questo pensiero viene invece “sbugiardato” dal nostro connazionale d’oltremanica Mario Balotelli. Ieri l’ultima sua trovata, un immagine su Instagram che ha fatto il giro di tutti i Social Network e delle maggiori testate del web; ennesimo episodio extracalcistico che vede come protagonista la punta della Nazionale di Conte. Era ritornato in Inghilterra per cercare di ritrovare i giusti stimoli e la voglia di riscatto dopo un’ultima stagione al Milan sottotono e l’avventura brasiliana con l’Italia decisamente deludente. Persino il Manager di Balotelli Mino Raiola aveva sentenziato “Balotelli non è leader, Liverpool ultima spiaggia? O la va o la spacca” cercando di dare una sferzata di brio alla fine d’agosto, poi qualche discreta apparizione e poco di più, il tutto condito da qualche chiacchiera di troppo, insomma la storia che tutti noi conosciamo benissimo. Alle volte ripercorrere la storia al contrario diventa una barzelletta, è però chiaro come in un certo senso il tutto sembra ritornare, cose quindi che cambiano senza preavviso altre invece che rimangono come sempre le abbiamo conosciute.

Stefano Mastini

SHARE