SHARE

ibra

La 16/a giornata di Ligue 1 ci ha detto che Marsiglia e Paris Saint-Germain non sanno correre nei momenti veramente decisivi. Impegnate entrambe contro formazioni di bassa classifica, Lorient e Lille, per giunta appaiate in graduatoria, sia la compagine di Bielsa che quella di Blanc sono tornate a casa con un solo punto. L’OM sta attraversando una lieve fase calante dopo aver corso tanto e vinto tantissimo nei primi 3 mesi di Ligue 1, mentre il PSG dopo la “pareggite” di inizio stagione ha scoperto di soffrire di un’altra patologia, la “zlatanite”: Ibrahimovic infatti è come una vitamina vitale per i campioni di Francia in carica che senza lo svedese (assente per larghi tratti del campionato sin qui e con un preannunciato futuro impiego part-time) perdono in consistenza davanti: Cavani segna e fa il suo ma non incide allo stesso livello di Ibra ed esemplificativi sono in questo senso i gol di troppo mangiati mercoledì sera a Lille.

IL RUGGITO DEL LIONE – Tra l’altro fa specie considerare Les Dogues di bassa classifica, ma la stagione degli uomini di Girard è quella che è al momento, senza coppe e senza la possibilità di competere per grossi traguardi: al massimo è ipotizzabile un inserimento per la lotta ad un posto in Europa League ma la concorrenza è tanta. Ad approfittare dei pareggi delle prime due della classe è stato il Lione, vincente nel posticipo del giovedì contro un Reims crollato solamente in pieno recupero, e adesso la squadra allenata da mister Fournier ha consolidato il proprio terzo posto in graduatoria mangiucchiando due punti alla coppia di testa, ma pensare di poter ambire ad una vittoria finale in Ligue 1 sembra pura utopia anche se l’impresa del Montpellier di qualche anno fa lascia sperare ai Les Gones che tutto è possibile. A questa squadra però sembra mancare la giusta esperienza, in compenso gioventù ed entusiasmo non mancano, e la situazione è ora diametralmente opposta a quanto vissuto nei primi anni 2000 quando al Gerland scendevano in campo grandi campioni come Juninho Pernambucano, Wiltord, Coupé, Abidal ed altri.

OUTSIDERS – Menzione speciale meritano Saint Etienne e Rennes nelle zone alte ed Evian e Guingamp in basso: i verdi ed i rossoneri sono rispettivamente quarti e quinti e sopravanzano avversari quali Bordeaux, Monaco e Lille oltre ad altre compagini dello stesso livello quali possono essere ad esempio Montpellier, Nantes e Tolosa; merito del lavoro collettivo che gli allenatori Galtier e Montanier sono stati capaci di organizzare al meglio nell’arco di quasi sei anni il primo e di un solo biennio il secondo. L’ASSE nelle ultime stagioni ha ben abituato i propri tifosi riuscendo quasi sempre a piazzarsi a ridosso delle big, i bretoni invece sono tornati a respirare aria di alta classifica dopo un bel pò di tempo.

DIETRO SI CORRE – Nelle retrovie sorprende e non poco l’ascesa nelle ultime giornate dell’Evian, che a suon di risultati utili consecutivi è riuscito a tirarsi fuori dall’ultimo posto occupato appena un mese fa ed ora è tredicesimo. Stesso discorso vale per il Guingamp, avversario della Fiorentina in Europa League ed in piena corsa per la conquista del secondo posto nel girone alle spalle dei viola. La compagine guidata in panchina da Jocelyn Gourvennec è ai margini della zona rossa ma viene da uno squillante 5-1 inflitto alla diretta concorrente Caen, dopo essere stata battuta nel precedente scontro diretto dall’Evian, e ce n’è comunque di birra in corpo per concludere il girone di andata al di fuori delle ultime tre della Ligue 1.

SI GIOCA SUBITO – Il 17° turno si apre già stasera con Tolosa-Monaco (match da identità perdute) e prosegue sabato come di consueto con PSG-Nantes tra le altre. Domenica invece interessante testacoda in Evian-Lione, poi caldissimo scontro diretto nel derby Lens-Lille per via delle due tifoserie e della situazione in Ligue 1 che colloca ambedue le formazione del Nord-Pas-de-Calais molto vicine nei bassifondi della classifica. Chiude Marsiglia-Metz, con l’undici di Bielsa che affronterà il club della Lorena ora in calo dopo un ottimo inizio stagionale.

 

LIGUE 1 PROGRAMMA 17/a GIORNATA

Venerdì 5 dicembre
TOLOSA-MONACO ore 20:30

Sabato 6 dicembre
PSG-NANTES ore 17:00
BORDEAUX-LORIENT ore 20:00
CAEN-NIZZA ore 20:00
RENNES-MONTPELLIER ore 20:00
SAINT ETIENNE-BASTIA ore 20:00

Domenica 7 dicembre
EVIAN-LIONE ore 14:00
LENS-LILLE ore 17:00
REIMS-GUINGAMP ore 17:00
MARSIGLIA-METZ ore 21:00

SHARE