SHARE
OLYMPUS DIGITAL CAMERADopo il dossier consegnato all’UEFA il 21 agosto per ottenere la finale di Champions Legaue del 2016, finalmente le promesse su carta hanno trovato attuazione in un fascicolo di progetti. E’ giunto il via libera infatti dalla giunta del Comune di Milano alla seconda e penultima tranche del piano di ammodernamento dello stadio Giuseppe Meazza, firmato dall’architetto Francesco Ragazzi per complessivi 8,7 milioni, proposto da Milan e Inter con una novità d’ispirazione europea, non richiesta, ma che ha subito incassato il gradimento dalla Uefa: le panchine saranno fasciate da una doppia fila di nuovi posti, in stile Juventus Stadium quindi. Questo delle nuove panchine integrate nella tribuna principale dello stadio resta l’aspetto più affascinante del piano dei lavori, guidati dal desiderio di avvicinare il più possibile gli spettatori al terreno di gioco e quindi ai giocatori protagonisti in campo. Gli interventi saranno avviati a fine maggio e consegneranno le nuove panchine dopo Ferragosto, pronte per l’avvio del campionato 2015-2016. Altri interventi che consentiranno a San Siro di essere uno stadio d’elìte a livello europe saranno anche l’abbattimento delle barriere esistenti tra la tribuna rossa e il campo, si coprirà poi il fossato con una soletta mobile sulla quale nasceranno le nuove panchine ad altezza campo (non seminterrate come oggi), incastrate tra due nuove file di spettatori che scorreranno ai lati, con 120 poltroncine coperte a quota campo. Il Comune di Milano ha inoltre  approvato i lavori per 4 sky lounge nella tribuna arancio e la riqualificazione del sottotribuna nel primo arancio, da consegnare entro dicembre 2015. Il piano in vista della finale di Champions League di maggio 2016 si completerà con l’abbattimento delle barriere e i nuovi bagni nel primo anello.
SHARE