SHARE

inzaghi

E’ un Filippo Inzaghi fiducioso e determinato quello che si è presentato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di “Marassi” contro il Genoa. Tanti i temi toccati dall’allenatore rossonero, voglioso di veder la sua squadra esprimersi come domenica scorsa contro l’Udinese. Ecco quanto dichiarato dal tecnico del Milan.

LA PARTITA – “Rispetto i ragazzi di Gasperini ma i miei giocatori sono preparati. Loro hanno un fattore campo importante ma noi siamo pronti ad ogni battaglia. La squadra si è preparata nel modo giusto. Domani affrontiamo una gara complicata, il Genoa è terzo e ha battuto la Juventus ma anche noi siamo in un bel momento.Domani ho molti dubbi, tipo Poli che è un titolare di questa squadra e quando entra fa sempre bene. Il ragionamento vale anche per Saponara ed Essien, potrei tirare a sorte perchè ho l’imbarazzo della scelta. Ma, ripeto, sono molto tranquillo perche abbiamo lavorato in un certo modo e ho ottime sensazioni. Ci vorrà un grande Milan”.

MONTOLIVO – “Sta bene, è recuperato e mi ha messo questo dubbio sul farlo giocare subito o no. Ne parlerò anche con lui, valuterò le sue sensazioni e poi vedrò. In ogni caso Van Ginkel e Poli sono due ottime alternative. Sono molto tranquillo”.

MODELLO BARCELLONA – “Il possesso palla con fraseggi a terra è una situazione che abbiamo provato per mesi. Il gioco di domenica era fatto di velocità e fraseggio, lo stiamo facendo bene. Ovviamente il paragone con il Barcellona è un po’ troppo…comunque una squadra forte deve essere brava in entrambe le fasi, dobbiamo ancora migliorare in alcune cose”.

TORRES – “Posso solo dire quello che vedo, cioè che il ragazzo in allenamento si impegna e mette tutto se stesso. Mi auguro che possa tornare il Torres che conosciamo, gli è mancato qualche gol e potrebbe tornare quando sarà in un momento fisico e mentale ottimale. I gol di Torres e Pazzini per noi saranno fondamentali. Gli serve solo un gol, potrebbe sbloccarlo sotto tutti i punti di vista. Sta solo a me, ho voluto io questo giocatore e non ho perso la fiducia in lui. Speriamo già da domani, se non sarà così sarà la prossima”

OBIETTIVO – “Devo guardare partita dopo partita, sapendo da dove siamo partiti. Per raggiungere il terzo posto dovremmo fare qualcosa di fantastico perchè dovremmo combattere contro squadre già consolidate come il Napoli”.

VAN GINKEL – “Secondo me domenica ha fatto una buonissima partita, giocare semplice e non sbagliare un passaggio è già tanto. Ha palleggiato, ha smistato bene e l’azione del rigore nasce da lui. So di avere un giocatore pronto. Difficile dire chi mi ricorda, forse fisicamente e per certe caratteristiche ricorda lo stesso Montolivo”.

MATRI -“E’ un amico, è una persona che stimo e sono felice che stia facendo bene. Abbiamo parlato chiaro quest’estate e mi ha detto che voleva giocare, speriamo possa tornare da noi perchè è un giocatore importante”.

SHARE