SHARE

zaza

SUPER ZAZA – Bell’avvio di gara quello tra Roma-Sassuolo, con i giallorossi ed i neroverdi a studiarsi e scrutarsi fino al minuto 15, quando un errore di De Sanctis, eccessivamente lento nel rinviare un pallone apparentemente innocuo, regala a Zaza il gol dell’uno a zero. Sassuolo che, rinfrancato dal gol del vantaggio, trova subito il raddoppio ancora con Zaza, bravo a sfruttare lo spazio concessogli dalla difesa romanista ed a fulminare il portiere avversario con un imparabile destro. Il doppio vantaggio degli avversari fornisce alla Roma la cattiveria necessaria per provare a riprendere la partita, foga agonistica che produce alcune buone occasioni, prima con Holebas e poi con Destro, ma anche qualche errore di troppo in fase d’impostazione. La costante pressione della Roma costringe il Sassuolo nella propria metà campo ed a giocare in contropiede, azione spesso ripetuta dal terzetto offensivo di Di Francesco e che regala più di un brivido alla difesa romanista, come al minuto 39 con Holebas, bravo a salvare la sua squadra dal tre a zero impedendo a Berardi, da due passi, di metter dentro il pallone. I minuti finali sono un vero e proprio assedio giallorosso, con gli uomini di Garcia tutti riversati nella metà campo avversaria a cercare il gol, lo stesso che però non arriva per via della difesa del Sassuolo, sempre attenta e ben piazzata.

MAGO GERVINHO –  La seconda frazione di gioco inizia con l’espulsione di De Rossi che ferma Berardi, involatosi tutto solo verso la porta di De Sanctis, con un intervento irregolare costringendo l’arbitro Irrati ad estrarre il secondo cartellino giallo. Il rosso rovina i piani della Roma, con Garcia che mette dentro Gervinho, al posto di un deludente Iturbe, e Nainggolan per Strootman. Il vantaggio e la superiorità numerica permettono al Sassuolo d’alzare il proprio baricentro e di pressare la retroguardia giallorossa, comunque attenta nel gestire bene le folate degli uomini di Di Francesco. Dopo un prolungato momento di pausa, dovuto al non gioco offerto dalle due squadre, la partita si riapre al minuto 77, quando Ljaijc trasforma un rigore assegnato dal direttore di gara per un fallo di mano di Acerbi su un tiro ravvicinato di Gervinho. La rete rinfranca la Roma ed il suo pubblico, che prova a spingere i suoi verso il gol del pareggio. Gol che arriva, dopo un prolungato forcing, nei minuti finali ancora con Ljaijc, bravo a sfruttare una bella azione iniziata da Gervinho e culminata dal cross di Florenzi. Il 2 a 2 finale regala alla Roma un isperato pareggio ed un amaro week-end agli neroverdi, ad un solo passo dalla gloria.

Il Tabellino della gara

Marcatori: 15′ Zaza (Sas), 18′ Zaza (Sas), 77′ Ljajic (Rom), 93′ Ljaijc (Rom)

Ammoniti: 26′ Pjanic (Rom), 34′ De Rossi (Rom), 60′ Nainggolan (Rom), 64′ Berardi (Sas), 77′ Vrsaljko (Sas), 86′ Peluso (Sas)

Espulsi: 50′ De Rossi (Rom), 94′ Vrsaljko (Sas)

Il Migliore: Zaza 7.5. L’attaccante del Sassuolo è particolarmente ispirato, sempre pericoloso ed in grado di creare apprensione tra i difensori della Roma. Bravo a crederci sul gol del vantaggio, ancor di più in occasione della seconda rete quando, solo davanti alla porta, è capace di alzare la testa, guardare il posizionamento di De Sanctis e di battere quest’ultimo con un preciso destro sotto la trasversa.

Roma (4-3-3): De Sanctis 4, Florenzi 6, Manolas 6, Y.Mbiwa 6, Holebas 6, Pjanic 5.5 (72′ Keita s.v.), De Rossi 5.5, Strootman 6 (54′ Nainggolan 5.5), Iturbe 5 (54′ Gervinho 7), Destro 5, Ljajic 6.5. All: Garcia

Sassuolo (4-3-3): Consigli 6; Vrsaljko 6, Cannavaro 6.5, Acerbi 6.5, Peluso 6; Taider 6, Missiroli 6, Brighi 6 (81′ Biondini s.v.); Berardi 6.5 (81′ Floro Flores s.v.), Zaza 7.5, Sansone 6.5. All: Di Francesco

Di seguito i gol dell’incontro
Zaza apre le marcature

Raddoppio di Zaza

Primo gol di Ljajic

Gol finale di Ljajic

SHARE