SHARE

napoli empoli

Partita scoppiettante al San Paolo tra Napoli ed Empoli. Benitez non approfitta dei pareggi di Juventus e Roma e a sua volta pareggia 2-2 contro i toscani che per 60 minuti dettano legge con una prestazione di alto livello. Sarri si affida a Verdi dietro le punte e recupera in extremis Rugani mentre il tecnico spagnolo schiera Mertens e Duvan dal primo minuto e lascia in panchina De Guzman e Higuain

Il Napoli parte forte ma sbatte contro il muro compatto dell’Empoli. Rugani e Tonelli tengono a bada l’unica punta Duvan e i toscani trascinati dalla qualità di Verdi e Valdifiori provano in contropiede a sorprendere i padroni di casa. Mertens prova qualche azione personale e insieme a Ghoulam provano a sfondare sulla sinistra. E’ l’algerino con una botta da fuori ad impegnare Sepe, bravo sul primo palo a respingere la conclusione. Gli uomini di Sarri, dopo un paio di tentativi a vuoto, trovano il vantaggio grazie a Verdi sfrutta una ripartenza ben condotta da Maccarone. Tavano taglia portando via un difensore, il trequartista scuola Milan si inserisce in area e batte Rafael. Gli azzurri non mantengono le distanze tra i reparti e anche in svantaggio rischiano il ko su due contropiedi ma Tavano prima e Maccarone poi sprecano malamente soli davanti all’estremo difensore brasiliano.

Alla ripresa l’Empoli con personalità gestisce il match e al 53′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo trova il raddoppio: corner dalla destra, Maccarone allunga di testa sul secondo palo dove Rugani è tutto solo e anticipa in spaccata Rafael. Fischi dal San Paolo e Benitez si affida ai cambi: dentro De Guzman ed Higuain per Hamsik e Mertens. Il possesso palla sterile dei partenopei continua ma il baricentro si alza e Duvan di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo accorcia le distanze. Passano quattro minuti e il Napoli trova il pareggio. L’Empoli momentaneamente in 10 per l’infortunio di Rui viene beffato sulla destra da Callejon e Maggio che combinano con efficacia, il terzino mette al centro dove si avventa De Guzman che di prima trova il gol. Si prova il tutto per tutto, l’Empoli si difende e punta al pareggio ma sulla strada del Napoli c’è uno straordinario Sepe che prima salva su Callejon e poi su De Guzman che al 95′ prova la conclusione ravvicinata al volo ma l’estremo difensore d’istinto respinge e spegne le speranze azzurre. Partita perfetta dell’Empoli per almeno 60 minuti, Napoli che con la qualità riesce ad agguantare un pareggio insperato.

TABELLINO E PAGELLE

NAPOLI-EMPOLI 2-2

Gol: 19′ Verdi (E, assist di Maccarone), 52′ Rugani (E), 67′ Zapata (N), 70′ de Guzman (N)

NAPOLI (4-3-2-1): Rafael 5,5; Maggio 6, Henrique 5,5, Albiol 5.5, Ghoulam 6.5; David Lopez 5.5, Jorginho 5.5; Callejon 5.5, Hamsik 5 (62′ Higuain 5.5), Mertens 6 (70′ de Guzman 6.5); Zapata 6.5 (83′ Gargano sv). All. Benitez 5,5

EMPOLI (4-3-1-2): Sepe 7; Hysaj 6,5 Tonelli 6.5, Rugani 6.5 , Mario Rui 6.5 (71′ Barba); Vecino 6, Valdifiori 7, Croce 6.5 (62′ Laxalt 6); Verdi 7 (78′ Zielinski sv); Tavano sv, Maccarone sv. All. Sarri 6,5

ARBITRO
: Cervellera

Ammoniti: Maggio, Albiol (N), Laxalt, Mario Rui (E)

IL MIGLIORE IN CAMPO

VERDI 7: Qualità e abnegazione tattica. I suoi inserimenti mettono a soqquadro la difesa partenopea. Trova il suo primo meritatissimo gol in serie A

IL GOL DI VERDI


IL GOL DI RUGANI

IL GOL DI DUVAN

IL GOL DI DE GUZMAN

SHARE