SHARE

Schermata 2014-12-08 alle 22.52.58

Nel “monday night” della 15/a giornata, Van Gaal si aggiudica la sfida contro il connazionale Koeman e conduce il suo Manchester United al quinto successo consecutivo che vale il terzo posto in solitaria. A decidere la partita di Southampton è ovviamente l’olandese Robin Van Persie, protagonista del match con una doppietta. Ai Saints non basta una prestazione gagliarda e il solito timbro stagionale di Pellè: finisce 2-1 e i Red Devils ora sognano in grande.

PIÚ SAINTS – Primo tempo giocato nettamente meglio dai padroni di casa, più in palla della squadra di Van Gaal sin dai primi minuti. I tentativi iniziali dei vari Long e Pellè, però, non inquadrano lo specchio della porta difesa da De Gea e lo United ne approfitta, passando inaspettatamente in vantaggio con Van Persie. Erroraccio clamoroso di Fonte che serve Forster senza guardare; il passaggio è però lento e viene intercettato dall’olandese, abile poi a freddare il portiere del Southampton. Il gol subito non spegne la verve dei Saints, immediatamente vicini al pareggio con il solito Pellè: l’imprecisione prima e De Gea poi si frappongono fra l’italiano e la gloria. Al terzo tentativo, però, il salentino non perdona, trovando il gol del meritato pari con un potente sinistro sotto misura. Tre minuti più tardi il giovanissimo McNair imita il collega Fonte e serve involontariamente Long, il cui tiro di prima intenzione sfiora la traversa. Van Gaal non perde tempo e estromette il classe ’95 nordirlandese dalla gara, inserendo Herrera al suo posto. È il secondo cambio tra le fila dei Red Devils dopo l’ingresso di Evans in luogo dell’infortunato Smalling. Lo United si affaccia in avanti solo nel finale di tempo con una staffilata di Van Persie: la palla sfiora il palo alla sinistra di Forster e termina a lato. Il tentativo dell’ex attaccante dell’Arsenal chiude una prima frazione giocata molto meglio dall’undici di Koeman, protagonista di una partita di grande intensità.

DECIDE VAN PERSIE – La ripresa sembra ricalcare lo stesso copione del primo tempo, con i padroni di casa ordinati dietro e propositivi in avanti. Tadic e Pellè vanno a pochi centimetri dal gol, mentre Long chiama De Gea agli straordinari. Come nei primi 45 minuti, però, i Saints faticano a concretizzare e nel loro miglior momento vengono puniti: assist di Rooney su calcio piazzato, Van Persie si allunga e di esterno supera Forster per la seconda volta. E’ il gol che decide la gara: gli assalti di uno sfortunato Southampton si infrangono contro un super De Gea, bravissimo sul diagonale di Pellè e fortunato sul tentativo da fuori di Clyne. Nonostante un finale generosissimo dei locali, il fischio finale sancisce il successo dei mancuniani, terzi in solitaria e liberi di sognare una rimonta su Chelsea e Manchester City inimmaginabile sino a un mese fa.

Tabellino

Southampton-Manchester United 1-2 12′, 71′ Van Persie, 31′ Pellè

Southampton (4-4-1-1): Forster, Clyne, Fonte, Yoshida, Bertrand, Wanyama, S. Davis, Tadic (70′ Hesketh), Mane, Long (79′ Mayuka), Pellé. All. Koeman

Manchester United (4-2-3-1): De Gea, McNair (38′ Herrera), Smalling (16′ Evans), Rojo, Valencia, Carrick, Fellaini, Young, Mata (89′ Fletcher), Rooney, Van Persie. All. Van Gaal

Ammoniti: Manè, Rooney e Fonte

 

0-1. Il gol del vantaggio dello United, la firma è quella di Robin Van Persie.

1-1. Graziano Pellè riporta la partita in parità con un sinistro potente da pochi passi.

1-2. Van Persie porta nuovamente in vantaggio i suoi con un tiro al volo su assist di Rooney.

SHARE