SHARE

Tacchetti in fuga

L’emigrazione è il fenomeno sociale che porta un singolo individuo o un gruppo di persone a spostarsi dal proprio luogo originario verso un altro luogo. Tale fenomeno può essere legato a cause ambientali, economiche e sociali, spesso tra loro intrecciate (Wikipedia). Il popolo italiano ha sempre interpretato al meglio la definizione di emigrazione, infatti al giorno d’oggi è praticamente scontato trovare dei nostri connazionali in territorio straniero. Negli ultimi anni però il fenomeno si è allargato rapidamente toccando anche il mondo del calcio. Solo una decina d’anni fa sembrava difficile per i giocatori italiani lasciare la Serie A e il campionato più importante al mondo, ma il tempo ha mutato tante cose. Il nostro campionato è andato via via perdendo di qualità e ricchezza economica favorendo l’emigrazione dei talenti nostrani verso nuovi lidi, più importanti o con possibilità di maggiori guadagni rispetto a Serie A, Serie B e Lega Pro. Il fenomeno negli ultimi anni si è esteso a macchia d’olio, creando delle vere e proprie colonie di calciatori italiani all’estero.

Ecco l’andamento settimanale dei connazionali più famosi tra campionati e coppe nazionali:

IMMOBILE Il Borussia Dortmund prova ad uscire dal momento negativo, vincendo di misura in casa contro l’Hoffenheim, al contrario di Ciro Immobile che continua a collezionare bocciature da parte di Jurgen Klopp il quale venerdì gli ha concesso solamente due minuti inutili nel recupero. I giallo neri lasciano l’ultima piazza portandosi a 14 punti in Bundesliga. Le speranze dell’attaccante napoletano ora sono riposte nell’imminente match di Champions di mercoledì, dove potrebbe ritagliarsi uno spazio importante in virtù delle buone prove offerte nella competizione.

PELLE’ – Prosegue il momento no di Graziano Pellè, di pari passo con quello del Southampton, crollato psicologicamente dopo il k.o. contro il Manchester City. Per il bomber della nazionale 90 minuti poco convincenti nel turno infrasettimanale perso nel finale in casa dell’Arsenal. Ad attenderlo ora ci sarà il Monday Night di prestigio contro il Manchester United a concludere un trio di gare proibitive nel calendario dei ‘Saints’, che ora rischiano di perdere anche la terza piazza, proprio a favore dei ‘Red Devils’.

BALOTELLI – Out in entrambi i match giocati dal Liverpool in Premier League, che hanno portato alla causa dei ‘Reds’ 4 punti tra Leicester e Sunderland, utili a piazzarsi al nono posto in classifica. La settimana dell’attaccante ex Inter è stata però piuttosto travagliata a causa di una foto pubblicata su Instagram ritenuta offensiva e razzista, che ha scatenato l’opinione pubblica britannica e che soprattutto pare abbia fatto perdere la pazienza a Rodgers intento a lanciare un ultimatum al bomber azzurro che ora non può più commettere errori.

VERRATTI E SIRIGU – Un pareggio ed una vittoria anche per il duo transalpino che prima ottiene un punto in infrasettimanale contro il Lille e poi trionfa nel weekend al ‘Parco dei Principi’ contro il Nantes per 2-1. Il portiere azzurro ha giocato entrambi i match, rendendosi protagonista di uno sfortunato autogol che è costato la vittoria contro il Lille, e di una gara di ordinaria amministrazione contro il Nantes, nella quale non ha potuto nulla sul bolide di Bedoya del momentaneo svantaggio. Il regista ex Pescara è tornato a calcare i campi della Ligue 1 proprio in questa settimana entrando a ripresa inoltrata mercoledì per poi giocare un’ora nel successo di sabato, nel quale ha anche ottenuto un cartellino giallo. PSG ancora secondo a -1 dall’OM capolista.

CERCI – Gioca finalmente titolare con la maglia dell’Atletico Madrid nel successo ottenuto in scioltezza per 3-0 in Copa del Rey contro l’Hospitalet, gara nella quale ha offerto il meglio del suo repertorio, giocando 90 minuti di gran qualità. In Liga la musica ritorna la solita e si riaccomoda in panchina per tutta la gara contro l’Elche, vinta dai ‘Colchoneros’, che martedì affronteranno la Juventus a Torino nell’ultimo incontro del girone di Champions League.

RAGGI – Il difensore centrale ex Bologna, ha saltato l’infrasettimanale vinta dal Monaco in casa contro il Lens, per poi ritornare titolare nel successo esterno sul campo del Tolosa per 2-0 nel weekend. 6 punti che consentono ai monegaschi di raggiungere la settima posizione in classifica.

BORINI Neanche i panchina nelle due gare di campionato del Liverpool.

CRISTANTE – Anche per l’ex primavera del Milan le cose non vanno benissimo in Portogallo dove con la maglia del Benfica non figura neanche in panchina nella vittoria per 3-0 degli uomini di Jesus contro il Belenenses, utile a mantenere il Porto a 3 lunghezze di distanza.

DONATI – Out per infortunio, salta la sconfitta del suo Bayer Leverkusen nella tana del Bayern Monaco per 1-0. Le ‘Aspirine’ vengono così scavalcate dal sorprendente Augsburg di inizio stagione che costringe i rossoneri al quarto posto in classifica.

CALDIROLA – Parte inizialmente in panchina nel match perso dal Werder Brema in trasferta a Francoforte per 5-2, ma entra al 25’ per l’infortunato Prodl, naufragando insieme ai compagni di squadra sotto i colpi dei padroni di casa. Il difensore scuola Inter, trova però, anche il suo primo gol tedesco che aveva portato il match momentaneamente sul 4-2 a 10 minuti dal termine. I verdi di Brema così facendo rimangono ancora impantanati al penultimo posto in Bundesliga.

PIOVACCARI – Gioca 71 minuti da titolare nel tracollo dell’Eibar in Copa del Rey contro il Getafe, vittorioso per 3-0, offrendo una prestazione nel complesso piuttosto grigia come testimonia la sostituzione a venti dal termine.

MANNONE – E’ ormai diventato a tutti gli effetti il secondo di Pantilimon che lo ha scalzato prima della sosta per le nazionali, tra i pali del Sunderland che con un pareggio e una sconfitta scende al quattordicesimo posto in Premier.

CRISCITO – 7 giorni che fruttano due successi anche per lo Zenit S. Pietroburgo di Mimmo Criscito che gioca 90 minuti non esaltanti nell’1-0 in casa del Rubin Kazan, dove ha raccolto anche un cartellino giallo, prima di lasciare spazio a Smolnikov nella netta vittoria per 4-0 contro il Krasnodar del fine settimana. Gli uomini di Villas Boas guidano ancora la classifica del campionato russo con 7 punti di vantaggio sul CSKA.

ITALIAN LEEDS – Fine settimana rovinoso per il Leeds, che crolla clamorosamente in casa dell’Ipswich secondo in classifica, per 4-1, non dando seguito alla convincente vittoria dello scorso turno sulla capolista Derby Country. A segno però il bomber ex Ternana Mirko Antenucci arrivato all’ottavo gol stagionale, che aveva illuso gli ospiti dopo soli 4 giri d’orologio. 90 minuti nella disfatta anche per l’ex Chievo Silvestri e l’ex Sassuolo Bianchi.

SIMONE NAPOLI – La palma di sorpresa della settimana va al giovane difensore centrale, classe 1994, Simone Napoli, che con la maglia del suo ND Gorica, squadra militante nella massima serie slovena, ha firmato la rete del vantaggio nel successo esterno in casa Nk Krka  in quello che sembrava essere un vero e proprio scontro salvezza.

MADE IN INDIA – Doppio impegno di campionato anche in India dove il neonato campionato asiatico sta entrando nella fase più calda. Una vittoria ed una sconfitta per il Pune City di Colomba, Cirillo e Belardi, che prima liquida per 2-0 la pratica Mumbai e poi cade in casa contro i Delhi Dynamos di Alex Del Piero sul quale si è montato un vero e proprio caso sul suo scarso impiego delle ultime settimane. Prima del successo sugli uomini di Colomba, nel quale l’ex capitano della Juventus ha giocato poco meno di mezz’ora non riuscendo ancora a trovare il gol, i Dynamos avevano ottenuto solamente un pari casalingo per 0-0 contro l’Atletico de Kolkata. Chiusura dedicata alla capolista del torneo, quel Chennaiyin guidato in panchina da Marco Materazzi, che ha però perso malamente in questo weekend contro il Goa per 3-1, vedendosi ridurre il proprio vantaggio sugli inseguitori da 4 ad 1 punto.

SHARE