SHARE

rudi-garcia-roma

Conferenza stampa di Rudi Garcia alla vigilia dell’impegno di Champions League della sua Roma che se la dovrà vedere all’Olimpico contro un Manchester City orfano di Aguero. L’allenatore francese ha cercato di rispondere alle tante domande dei giornalisti riguardo al modo in cui la sua squadra cercherà di interpretare il match. Garcia è apparso tranquillo cercando di stemperare l’ambiente anche con qualche battuta “Perché così tanta gente? Domani è solo un’amichevole”.

CONFERENZA STAMPA GARCIA Ecco le parole di Rudi Garcia accompagnato dal suo giocatore icona Gervinho “Guardo sempre partita per partita è vero questa potrebbe essere una finale, abbiamo la qualità per giocarci la partita all’ultimo turno sarà un Olimpico di fuoco. Come detto con il CSKA ce la dobbiamo giocare sfruttare ogni momento, sarà eccezionale se vinciamo e noi puntiamo a questo” ha poi continuato lo stesso tecnico sullo stato d’animo suo e della squadra giallorossaSono tranquillo. Come ci mostra la storia dobbiamo concentrarci su quello che viene e non sul passato. Posso solo sottolineare il grande spirito della Roma che in dieci ha raggiunto il pareggio contro il Sassuolo. I ragazzi sono stati fantastici, ora c’è la Champions e non credo ci vogliano motivazioni aggiuntive. Alleno questa rosa ogni giorno e so che può fare in campo e che stato d’animo ha. Quando siamo usciti nel girone più difficile della Champions ho lanciato anche la speranza di poter giocarci la qualificazione nell’ultima partita contro il City”.

Garcia sull’equilibrio tattico “Avessi avuto 11 difensori avrei messo quelli. Scherzi a parte noi dobbiamo pensare a noi non possiamo pensare di aspettare il risultato di Monaco, il nostro unico scenario è quello di attaccare e fare un gol in più del Manchester. Non abbiamo altro da fare. Dobbiamo essere padroni del nostro destino. Non possiamo sapere che cosa accadrà fra Bayern e CSKA: Dobbiamo pensare ad attaccare per segnare un gol in più del City e puntare alla vittoria” Sulla propria carriera, un traguardo importante la Champions League “Quello che abbiamo fatto finora è un lavoro di squadra. Dopo stagioni senza Europa la Roma è tornata in Champions che è un obiettivo della società. Domani sarà una gara speciale, di fronte ai nostri tifosi. Vogliamo regalare una gioia a loro e a noi stessi che vedrebbero il coronamento del loro lavoro quotidiano“.

“Si possiamo pensare alla partita di andata per avere una carica in più. Certo il momento è differente sono passate alcune partite da quel momento ma comunque possiamo trarre qualcosa di positivo da quell’esperienza. E’ una finale per noi ma anche per loro” Su De Rossi e l’espulsione nell’ultimo match contro il Sassuolo “Prima dell’Inter erano uscite notizie extra calcistiche. Io sono il suo allenatore come giocatore e come uomo e queste cose non hanno influenza. Sarò sempre dalla parte di Daniele. Chiunque ami il calcio deve fare così e basta. Daniele sta bene, mi dispiace che non lo avremo a disposizione per squalifica a Genova. E’ un campione, con 100 presenze in nazionale. E’ un campione nel campo e nella vita“. 

Stefano Mastini

SHARE